La gioia rossoblù (foto: Zuddas)

La gioia rossoblù (foto: Zuddas)

E’ il momento di uno strappo. Lo impone la classifica, sempre più pressante nei bassifondi, lo suggerisce il calendario, sulla carta favorevole al Cagliari in questo turno di campionato. Già, sulla carta. Al “Ciro Vigorito” di Benevento, infatti, i rossoblù avranno tutto da perdere contro una squadra scevra da ansie di classifica. Un avversario che già all’andata fece penare i rossoblù – sia benedetta quella rete di Pavoletti al 95′ – e che scenderà in campo ben sapendo di affrontare un Cagliari obbligato a fare bottino pieno.

Un toccasana per gli uomini di De Zerbi, tecnico in fase embrionale e le cui idee ben si sposano con l’armonia calcistica ma (ancora) poco con le urgenze di classifica. Da sottolineare, però, come al di là del magro bottino fin qui racimolato, i sanniti siano stati in grado di mettere in difficoltà squadre ben più quotate: dalla Sampdoria al Milan, passando per Inter e Roma.



Nonostante ciò, il Cagliari deve vincere. Inutile girarci intorno. Anche il pareggio avrebbe un retrogusto amaro, conservando la capa di incertezza che aleggia su una squadra che sembra divertirsi nel complicarsi la vita. Un ipotetico successo, inoltre, arriverebbe in un turno nel quale le avversarie per la lotta salvezza sono attese da impegni proibitivi: Spal, Crotone, Chievo, Hellas e Genoa, infatti, saranno contrapposte rispettivamente a Juventus, Roma, Milan, Atalanta e Napoli. Quasi superfluo sottolineare come i tre punti darebbero luogo ad un cuscinetto molto gradito da tutto l’ambiente.

Per l’occasione Lopez dovrebbe affidarsi agli XI che hanno a lungo impensierito la Lazio nell’ultima giornata. Conferma per Barella in cabina di regia, nell’auspicio di ulteriori progressi dopo la buona prova offerta contro i biancocelesti. Conferma anche per Miangue, perennemente circondato da molti dubbi (anche nostri), e atteso da una prova di maturità dopo i buoni spunti offerti cinque giorni fa. In avanti – manco a dirlo – il tandem PH, nella speranza che il loro affiatamento sia corrosivo per la difesa campana. C’è la necessità dei loro gol per dare uno strappo alla stagione rossoblù.

Stefano Sulis



Altre notizie relative

Maran: “Cagliari azzurro? Meriti in primis a Giulini” Il tecnico vota Allegri per la Panchina d'Oro: Giusto premiare chi vince
Spal-Cagliari, l’analisi tattica fotografica FOTO - Schemi, errori, virtù del Cagliari visto a Ferrara nella nostra analisi
Giulini stavolta ha fatto le cose per bene IL COMMENTO | Il Cagliari si riposa, pensa al Torino e culla le sue certezze

...e tu cosa ne pensi?

300