Diego Lopez, tecnico del Cagliari

Diego Lopez, tecnico del Cagliari

L’appuntamento è di quelli da non fallire. Il Cagliari sbarca al “Ciro Vigorito” di Benevento con la chiara necessità di punti chiave in ottica salvezza, contro un avversario ormai condannato alla retrocessione in cadetteria. Diego Lopez ne è consapevole e non si nasconde: “Domani è una gara importante – ha affermato il tecnico uruguaiano nella sala stampa di Asseminello – non lo dico io, ma la classifica. Dobbiamo giocare una gara al massimo, anche superiore a quella con la Lazio, perché queste sono sfide che lasciano il segno. Dobbiamo evitare gli errori commessi contro Chievo e Sassuolo”.



La bagarre nelle retrovie si fa sempre più pressante: “Le partite sono sempre meno, bisogna affrontarle bene. Sappiamo di dover lottare per la salvezza, ci sono tante squadre coinvolte e la classifica è corta. Se avessimo vinto contro la Lazio i due punti in più ci avrebbero fatto comodo ma la nostra classifica non sarebbe cambiata più di tanto. Ci vuole equilibrio: adesso ci attende una partita importante, ma sappiamo che poi ne avremo altre”.

Lopez, però, esclude a priori la possibilità di sottovalutare l’avversario di domani: “Non dobbiamo pensare alla loro classifica. Mi aspetto una squadra che gioca bene, loro provano sempre a fare la gara a prescindere dall’avversario che hanno davanti. Li abbiamo studiati e sappiamo cosa fare. Non c’è il rischio di prendere sottogamba l’appuntamento, loro hanno messo in difficoltà molte squadre”.

Sarà out Lykogiannis, mentre Sau si è allenato ieri e oggi quindi viene con noi anche se non ha tanti minuti sulle gambe. Cragno? Ha lavorato in differenziato solo martedì per una botta subita, poi ha lavorato tutta la settimana”. Infine, come da prassi ormai, i tre titolari: “Ceppitelli, Ionita e Han”.

 



Altre notizie relative

Lopez miglior allenatore dell’anno L'uruguayano ha vinto il titolo nazionale con il Penarol
Lopez: “Italia, tornerò” El Jefe dopo la vittoria del campionato col Penarol: Ecco a chi mi ispiro!
Una sterilità che viene da lontano Cagliari senza gol: i dati delle ultime stagioni dicono che...

...e tu cosa ne pensi?

300