Diego Lopez (foto: Zuddas - Agenzia Fotocronache)

Diego Lopez (foto: Zuddas – Agenzia Fotocronache)



Al termine della rocambolesca vittoria del Cagliari a Benevento, Diego Lopez parla del trionfo odierno ai microfoni della Rai: “Noi ci credevamo fino alla fine. Anche all’andata era andata in molto simile, ma questa è stata anche più forte per il nostro cuore. Una partita pazzesca che dà valore al pareggio con la Lazio ed è un successo importantissimo per la classifica. Sapevamo che il Benevento gioca molto bene: abbiamo preso gol a inizio secondo tempo, hanno fatto un bel gol ma mi è piaciuta la reazione della squadra. Loro salivano sempre e creavano superiorità numerica coi movimenti con e senza palla. Noi abbiamo fatto bene nel primo tempo, nella ripresa abbiamo subito il gol per loro bravura, poi nel finale è accaduto quel che abbiamo visto tutti. Ho messo tre punte, poi quattro ma i ragazzi hanno fatto una grande prestazione, siamo stati bravi a rimanere in partita perché prendendo un secondo gol diventa tutto complicato. Con questa vittoria usciamo da un momento delicato, ma non culliamoci sugli allori, perché la classifica è corta e non siamo certo salvi. La squadra è molto concentrata“.



Sulla non convocazione di Barella: “Mi aspettavo che non venisse convocato ma mi sarebbe piaciuto. Ha l’età dalla sua parte, continua a lavorare tutti i giorni sul campo. Quando un ragazzo così giovane gioca in Serie A può dirgli di allenarsi meno ma vedo che tutti i nostri giovani lavorano tanto. Questo è importante per il prosieguo della carriera. La nazionale arriverà anche per lui, deve solo continuare a lavorare“.



Altre notizie relative

Lopez miglior allenatore dell’anno L'uruguayano ha vinto il titolo nazionale con il Penarol
Gigi Riva secondo Giorgio Porrà INTERVISTA ESCLUSIVA | Quattro chiacchiere con Giorgio Porrà: Riva, il Cagliari, Cagliari e la sardità
Lopez: “Italia, tornerò” El Jefe dopo la vittoria del campionato col Penarol: Ecco a chi mi ispiro!

...e tu cosa ne pensi?

300