Sebastiano Pinna (foto: Anastasia Deiana)

Sebastiano Pinna (foto: Anastasia Deiana)

“Una grande gioia”. Così Sebastiano Pinna commenta la promozione del suo Castiadas (imbattuto, unica squadra di Eccellenza senza sconfitte in tutta Italia), matematica a tre giornate dalla fine grazie al 5-1 sul Calangianus. “Sono felice per i ragazzi, è il riconoscimento più giusto per nove mesi di grande lavoro, portato avanti da professionisti con umiltà e sacrificio. Castiadas è una realtà piccola che ha dietro grande organizzazione”. Pinna cita la dirigenza, dal patron Cenzo Zaccheddu ai dei ex machina Pierpaolo Piu e Mauro Vargiolu, fino ai suoi collaboratori: Pierpaolo Mura, Nicola Sanna, Giomaria Ruiu, Alessio Cinus e il dottor Lara. “La nostra è una vittoria con largo anticipo in un campionato molto equilibrato – continua Pinna – Questo dimostra la grandiosità del nostro lavoro”. Zaccheddu parla di “una Serie D che non sarà un’avventura”, proiettandosi alla prossima stagione, mentre Davide Carrus, la stella che è riuscita a riportare il Castiadas in Serie D dopo il fallimento della scorsa stagione, definisce il tutto come “una grande cavalcata”. Il bomber Antonio Mesina vuole il titolo di capocannoniere (“Torniamo dove meritiamo di stare”, dice il dorgalese che già nel 2015 trascinò i biancoverdi in Serie D) e punta all’imbattibilità da qui a fine stagione. Per Alessio Figos, l’altro centravanti che a gennaio è stato tassello definitivo, è “la vittoria di un gruppo fantastico”.



Altre notizie relative

Eccellenza, che bagarre dietro Muravera e Nuorese! I risultati e la classifica dopo il sesto turno dell'Eccellenza sarda
Eccellenza, cade il Guspini! Muravera in vetta Risultati e classifica dopo il quinto turno dell'eccellenza sarda
Eccellenza, nessuno molla i sogni Il punto sul massimo torneo regionale dopo la quarta giornata

...e tu cosa ne pensi?

300