Luca Cigarini

Luca Cigarini

La sua importanza è emersa in sua assenza. Vitale per l’economia rossoblù, insostituibile. Luca Cigarini ha iniziato il suo personale countdown per il ritorno in campo, dopo l’infortunio patito lo scorso 11 febbraio che ha privato il Cagliari del suo metronomo: “Ho ripreso a correre – ha rivelato il centrocampista emiliano durante un incontro con i tifosi al Vodafone Store dell’Auchan di Santa Gilla – ma non so se sarò in campo per la gara contro il Torino, per il momento sono 50 e 50. Certamente è stata dura stare fuori, anche perché è arrivato in un momento positivo. Vedere i tuo compagni giocare, poi, rende tutto ancora più duro”.

La sua mattonella, nelle ultime uscite dei rossoblù, è stata occupata da Nicolò Barella, per il quale Cigarini spende parole d’elogio: “Nicolò meritava la convocazione in Nazionale maggiore. Sta giocando con una personalità fuori dal normale, basti solo pensare alla freddezza con cui ha calciato il rigore a Benevento all’ultimo minuto”.



Altre notizie relative

Il Chelsea piomba su Barella Il Chelsea di Maurizio Sarri e Gianfranco Zola sarebbe disposto a mettere sul piatto 45 milioni di euro
Barella: “Zola un mito, Conti un esempio” Il centrocampista del Cagliari si racconta
Carli: “Barella rimane, presto per il mercato” Il DS del Cagliari parla prima della gara di Coppa Italia

...e tu cosa ne pensi?

300