Sono state tutte eliminate al girone iniziale le rappresentative della Sardegna al Trofeo delle Regioni numero 57 della storia. Il rammarico più grande è per la Juniores di Alberto “Bebo” Antinori, uscita solo al sorteggio che ha arriso al Piemonte, con il quale gli isolani si giocavano uno dei tre posti di migliore seconda. La parità totale (6 punti e +2 nella differenza reti con 5 gol fatti e 3 subiti)dopo le tre gare ha costretto a mettersi nelle mani della Dea Bendata, che ha voltato la faccia ai nostri.

Il computo totale parla di 1 vittoria, 2 pareggi e 3 KO.



I Giovanissimi hanno chiuso con l’1-1 contro la Toscana, non senza rimpianto (e con soddisfazione) per quanto mostrato a livello di gioco e personalità. Sabato la Campania aveva vinto 1-0, domenica l’Umbria aveva prevalso per 2-1 vincendo il girone davanti ai campani. I sardi chiudono con 1 punto, 2 gol fatti e 4 subiti.

Gli Allievi non trovano il guizzo per cogliere il posto di migliore seconda. Lunedì il 2-2 contro la Toscana non basta, dopo il successo dell’esordio (2-1) contro la Campania e il KO (1-2) di domenica contro l’Umbria. Il girone è vinto dalla Toscana, sardi chiudono con 4 punti, 5 gol fatti e 5 gol subiti.

Le ragazze cedono alla Toscana per 1-0 nel match conclusivo, salutando l’Abruzzo con 1 punto, zero gol fatti e 5 gol subiti, penultime davanti all’Umbria.



Altre notizie relative

Eccellenza, nessuno molla i sogni Il punto sul massimo torneo regionale dopo la quarta giornata
La Corsica vuole esistere, perché la Sardegna no? Calcio, politica, cultura: la Corsica si muove, la Sardegna segue l'esempio?
Nuorese, primi colpi: torna Cocco Va formandosi la rosa dei barbaricini: Fraschetti allenatore

...e tu cosa ne pensi?

300