Emiliano Mondonico

Emiliano Mondonico

Si è spento a 71 anni Emiliano Mondonico, maestro di quel calcio “di provincia” che rese grande il Torino e l’Atalanta. Tanti i ricordi del mondo del calcio legari al tecnico originario di Rivolta d’Adda che ha perso la sua lunga battaglia contro un tumore che perdurava ormai da 7 anni. Indelebile quella famosa sedia alzata al cielo nella finale di ritorno di Coppa Uefa in segno di protesta dopo un palo e un rigore negato ai granata ad Amsterdam contro l’Ajax, ma non mancano gli aneddoti legati alla Sardegna.



Oltre alla famosa nevicata del Sant’Elia che vedeva Cagliari e Torino lottare per un posto in Coppa Uefa, il “Mondo” ha a che fare con una straordinaria (a quei tempi) vincita al Totocalcio di uno scommettitore del quartiere di Stampace. Oltre 4,3 miliardi di Lire finirono nelle tasche di un cagliaritano il 20 novembre 1988, abile (e fortunato) nell’azzeccare insieme ad altri due giocatori di Fermo e Trieste il 13, che aveva nella gara tra il Milan di Arrigo Sacchi e la neopromossa Atalanta la classica trappola. Quella gara finì sorprendentemente col segno 2, con gli orobici che espugnarono San Siro per 1-2 grazie alla rete di Bonacina al 91′, dopo l’autogol di Baresi e il momentaneo pareggio di Rijkaard.

...e tu cosa ne pensi?

300