Marco Sau

Marco Sau

Cragno 5.5 – Fa il possibile ma non può molto contro il bombardamento del secondo tempo. Non perfetto sul cross di Belotti per Obi, è comunque autore di un paio di interventi degni di nota.

Romagna 5 – Primo tempo facile e in sicurezza contro l’opaco Belotti, nella ripresa vede i sorci verdi.

Ceppitelli 5.5 – Regista del Cagliari a tutti gli effetti, nel primo tempo sventaglia che è un piacere e tampona su tutto e tutti, nella seconda parte ha meno spazio e più patemi, così finisce col mal di testa per l’assalto granata, di fronte al quale sbaglia non poco.

Castan 5 – Lavora col fisico, va in difficoltà contro la rapidità dei torinisti. La sua peggior partita in Sardegna.

Faragò 5 – Parte bene ma non riesce quasi mai ad essere davvero efficace, e dalla sua parte il Torino sfonda.



Deiola 5 – Ha sulla coscienza l’errore sotto porta all’11’, poi si impegna senza nascondere tutta la sua inadeguatezza.  Fino a quando le gambe reggono è propositivo e combattivo, poi sprofonda (dal 62′ Ceter 5 – Inserito appena dopo lo 0-1 per provare a scombinare le cose come a Benevento, non combina nulla)

Barella 5 – Sacrificato in regia, così il Cagliari perde tutte le sue enormi qualità, peraltro messe in luce nei giorni scorsi in Nazionale. (dall’88’ Dessena SV – Sgoccioli di partita buoni solo per le statistiche)

Padoin 5 – Grande controllo su illuminante lancio di Ceppitelli, ma non completa l’opera facendos ipnotizzare da un grande Sirigu. Errore non da poco, per il resto galleggia sbuffando a caccia di pallone e posizione.

Miangue 5 – Se non altro è l’unico che trova con buona continuità il cross (spesso sbagliato) o lo spunto per provare ad affondare. Niente di eccezionale, ma è certamente sul pezzo. Potrebbe proporsi di più, dato che si nota la buona condizione, mentre tiene in gioco Belotti sul gol finale di Obi.

Sau 4 – Deprimente per inefficacia e pesantezza fisica, totalmente incapace di determinare qualcosa di positivo per il Cagliari. L’impiego di 70′ è eufemisticamente parlando un’esagerazione. (dal 70′ Han 5 – Lasciato a riposo dopo il viaggio intercontinentale, entra quando il Cagliari sta per imboccare il tunnel verso il baratro. Importante che recuperi energie per Genova e Verona)

Pavoletti 5 – Si dimena in mezzo ai centraloni torinisti ma la vede poco e male. Una costante nel Cagliari privo di idee.

Allenatore: Diego Lopez 4 – Approccio pessimo, crescita nella parte centrale del primo tempo, secondo tempo da incubo e preoccupante. Mazzarri lo scherza passando da un modulo all’altro, lui e i suoi ci capiscono poco e affondano. Il Cagliari dell’uruguayano si conferma un’entità mediocre e senza forma, che però gode grazie al ciapa no delle avversarie dirette. Non va bene quasi niente, tranne la classifica. Scusate se è poco.

Fabio Frongia



Altre notizie relative

Giulini: “Barella via subito? No! Fiducia sullo stadio” Il patron rossoblù a 360° sull'universo Cagliari
Il Chelsea piomba su Barella Il Chelsea di Maurizio Sarri e Gianfranco Zola sarebbe disposto a mettere sul piatto 45 milioni di euro
De Laurentiis: “Cagliari, bella squadra” Il presidente del Napoli verso la sfida in Sardegna (sabato alle 18)

...e tu cosa ne pensi?

300