Markovski: “Spero di meritare riconferma”

Il coach macedone: “Non ho avuto un attimo di dubbio davanti a proposta Sardara”

Zare Markovski

Zare Markovski

Ventisette anni fa Zare Markovski sbarcava in Italia per allenare, in Serie A2, la Dinamo Sassari guidata dall’avvocato Milia. Oggi il macedone giramondo, con un fitto passato in Italia, inizia la sua nuova avventura sassarese. “Conobbi l’avvocato Dino Milia durante due amichevoli pre-campionato della mia squadra (il Rabotniki Skopje) a Palermo e Sassari, non avevo neppure il patentino e allenavo dalla tribunetta dietro la panchina, con il mio vice Giampaolo Doro che andava a referto”, racconta a La Gazzetta dello Sport.



Adesso è tutta un’altra Dinamo, piena di problemi ma comunque tra le big del basket italiano. “Non ci ho pensato un attimo ad accettare – spiega Markovski alla Rosa – Sardarà mi chiamò anche la scorsa estate per allenare Cagliari, poi è arrivata la chiamata dei turchi del Trazbonspor e Sardara fu onesto nel dirmi di accettare una proposta dal campionato turco, rifiutare non sarebbe stato giusto, purtroppo non è andata come speravo: cinque mesi senza stipendio, giocatori in sciopero nell’ultimo mese, un caos totale”.

Markovski allena anche la Romania. “Ho un impegno part-time fino a giugno, con questa chiamata non c’è stato alcun problema, ho firmato fino alla fine della stagione con Sassari per il legame che ho con questa piazza, e poi si tratta sempre di Serie A”.

Quali gli obiettivi? “Spero di riuscire ad ottenere la conferma per la prossima stagione”, dice in modo non troppo sibillino.



Commenti Facebook


Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Follow
Google+
YouTube
Instagram

Lascia un commento