Bernardo Mereu

Bernardo Mereu

Al termine del match fra Olbia e Livorno, vinto dai bianchi per 4-2, un raggiante Bernardo Mereu si presenta nella sala stampa dello stadio “Bruno Nespoli“. Il tecnico di Triei commenta così la vittoria sugli amaranto: “Dopo il terzo gol l’adrenalina è entrata a mille, tutti avevamo voglia di dare di più. Fa parte dell’energia mentale con cui siamo rientrati in campo e dell’episodio che ha permesso di coronare quello che era il nostro desiderio negli spogliatoi attraverso il gran gol di Vallocchia, poi ripetuto dalla splendida esecuzione di Senesi. La squadra sta bene sotto l’aspetto fisico ed è carica di un’energia positiva che porta a fare sempre delle buone prove. Oggi disputata grandissima gara ma non dimentichiamo che di belle partite l’Olbia ce ne ha regalate tante, come quella con l’Alessandria che ha trovato un epilogo diverso ma poteva sfociare in un risultato clamoroso se qualche episodio ci fosse andato a favore“.



E prosegue: “All’intervallo abbiamo parlato e i ragazzi sono rientrati in campo con lo spirito che ho sempre desiderato vedere. Come ho detto ieri, anche nei momenti più difficili non abbiamo mai mollato di una virgola. Dico dunque bravissimi ai nostri“. Sull’espulsione di Vallocchia come unica stonatura: “Ha fatto un gran gol e ha rimesso in piedi la partita. Abbiamo subito diversi falli di mestiere e lui non ha avuto la maturità e freddezza per non reagire. Parlerò con lui per farlo migliorare sotto quest’aspetto ma al momento non mi sento di macchiare nessuno perché tutti, dalla panchina allo staff e all’eccezionale pubblico, hanno spinto i ragazzi al successo, facendo una gara eccezionale sotto l’aspetto tattico e del dinamismo, il quale poteva mettere in difficoltà una squadra dalle grandi capacità tecniche ma un po’ compassata come il Livorno“.



Dunque, il tecnico dei galluresi sottolinea il carattere della sua Olbia: “Ci abbiamo creduto ed è venuta fuori una prova esaltante e ci certifica, con cinque giornate d’anticipo, la meritata salvezza in questa categoria. Abbiamo ancora l’opportunità, pur essendo contati, di tirare fuori dal cilindro un ragazzo giusto che sappia tirare fuori la dovuta prestazione. Abbiamo acquisito una mentalità: i nuovi hanno l’orgoglio e la determinazione di poter giocare una partita così importante, supportati da quelli che hanno giocato maggiormente. Questa coesione ci permette di poter lanciare la sfida a qualunque compagine“.

dall’inviata Roberta Marongiu



Altre notizie relative

Ceter-Ragatzu, che tandem! Crosta volubile Le pagelle dell'Olbia dopo la vittoria con l'Albissola
“Può nascere qualcosa di speciale” Le parole del tecnico dei bianchi dopo la partitella con la Primavera rossoblù
L’Olbia ne fa 3 al Cagliari Primavera Un buon allenamento tra Olbia e Cagliari Primavera

...e tu cosa ne pensi?

300