Gianmarco Marcangeli (foto Alessandro Sanna)

Gianmarco Marcangeli (foto Alessandro Sanna)

Il Sassari calcio Latte Dolce è attualmente salvo ma ancora in piena corsa salvezza. Non si tratta di un controsenso, perché se è vero che ad oggi a 4 giornate dalla fine del campionato di serie D girone G i sassaresi del presidente Roberto Fresu – 36 punti – sono al di fuori del confine della zona calda della classifica, è anche vero che la soglia playout dista un solo punto, che la quota salvezza si è sollevata rispetto al passato, che ognuno dei 12 punti ancora in palio ha un peso specifico rilevante e ogni occasione è buona per fare punti, in casa e in trasferta, contro qualunque avversario.



Nulla di nuovo sotto il sole, se non la rinnovata consapevolezza che occorre evitare di commettere errori ed è necessario provare ad approfittare di ogni singola occasione per avvicinare il traguardo. Prossimo avversario l’Sff Atletico, terza forza del campionato già pronta per la sfida ai playoff, formazione temibilissima che però andrà affrontata a viso aperto, senza alcuna paura e con l’obiettivo di uscire dal terreno di gioco con in cassaforte il maggior numero di punti possibile.  A Gianmarco Marcangeli il punto della situazione in casa Sassari calcio Latte Dolce in vista del prossimo impegno casalingo, domenica alle 15 sull’erba del Vanni Sanna contro l’Sff Atletico:

Che partita è stata quella giocata domenica in casa dell’Aprilia? «La partita contro l’Aprilia è stata molto equilibrata. Nel primo tempo ci sono state diverse occasioni degne di nota, da una parte e dall’altra, entrambe le squadre hanno sfiorato il goal in più circostanze, ma il risultato non si è sbloccato. Nei restanti 45′ abbiamo giocato una partita di equilibrio, attenzione e controllo. Alla fine è arrivato un pareggio, e un punto a testa».

Quanto pesa il punto conquistato in Lazio nell’economia della stagione biancoceleste? «Per noi era davvero importante portare a casa un risultato positivo, soprattutto in questa delicata fase del campionato. Un punto comunque utile a muovere la classifica e allungare la serie positiva di risultati. Un punto che ci serve per raggiungere il nostro obiettivo e portarci prima possibile al raggiungimento della salvezza».

Mancano sempre meno partite allo stop della stagione regolare, la quota salvezza si è sollevata: come dovrete approcciare questo finale di stagione? «Dovremo affrontare le ultime gare di questa stagione con determinazione, concentrazione e fame di risultati. Dovremo farlo consapevoli che fino all’ultimo minuto di ogni singola gara è importante essere concreti e stare sul pezzo, offrendo prestazioni capaci di ripagare l’impegno profuso nell’intero anno dalla squadra, dallo staff e dalla società».

Un piccolo bilancio della tua esperienza in maglia Sassari calcio Latte Dolce? «L’esperienza biancoceleste è stata ed è per me oltremodo positiva: la serietà dell’ambiente, il valore dei miei compagni di squadra, l’impegno con il quale tutto il gruppo ha lavorato cercando di dare il massimo per raggiungere gli obbiettivi prefissati. Certo circostanze varie, infortuni e singoli episodi ci hanno impedito di raggiungere una miglior posizione in classifica, ma cercheremo di chiudere al meglio questa nostra avventura».

Un giudizio sul campionato in prospettiva gran salto e discorso salvezza? «Il discorso salvezza è ancora aperto. Mancano quattro partite alla fine e tutto può ancora succedere, anche se indubbiamente mi dispiace vedere che la lotta per non retrocedere vede coinvolte per la maggior parte squadre sarde. In cima alla classifica invece svetta il Rieti, che ha confermato le previsioni interpretando un ottimo campionato. Per il resto anche in zona playoff i giochi sono ancora aperti. Volontà e concentrazione faranno la differenza in questo ultimo scorcio di campionato».

Il prossimo avversario? «Da oggi insieme al mister prepareremo la partita contro l’Atletico, una squadra temibile, terza forza della classifica, formazione giovane ma che ha dimostrato durante tutto il campionato la sua concretezza soprattutto in fase offensiva dove parlano i 66 goal realizzati. Nonostante tutto però sono convinto che faremo una prestazione positiva».



...e tu cosa ne pensi?

300
error: Funzionalità disabilitata