.

.

Una vittoria e una sconfitta per le isolane nel 18° turno del Girone 1 della Serie B di rugbgy. L’Amatori Alghero
non ha problemi contro Piacenza, battuto 52-12 al Maria Pia con sei mete algheresi già nel primo tempo: a segno Armani (4), Ceglia, Bortolussi, Pesapane e Serra, corredate dalle trasformazioni di Anversa. Ora è solo 1 il punto di distacco dalla vetta occupata dal Cus Milano, con i catalani che saranno impegnati nel derbyssimo contro il Capoterra nella prossima giornata. I giallorossi di Villagra buttano via una partita ben indirizzata a Lumezzane, soccombendo 37-35.



Lumezzane-Capoterra (Ufficio Stampa): Incredibile sconfitta esterna dell’Amatori Rugby Capoterra sul campo del Lumezzane: 38-35  In vantaggio sul 35-17 al 22’ del secondo tempo, (massimo vantaggio 32-7 al 47’) la squadra allenata da Lisadro Villagra, in soli 18’ si fa raggiungere e superare da un Lumezzane mai domo e bravo a sfruttare al meglio un incredibile calo mentale da parte della squadra ospite. Capoterra, fino a quel momento aveva fatto tutto
bene, ottenendo anche il bonus, ma d’improvviso ha sciupato tutto regalando: campo, mete e punti alla formazione di casa che non si è fatta pregare per recuperare con certosina pazienza lo svantaggio e punire il XV di Villagra con un parziale di 21-0. Capoterra teneva molto a questa sfida. Una vittori avrebbe regalato all’Amatori un buon
biglietto da visita in vista del derby di domenica prossima contro l’Alghero, e in effetti Aru e compagni fino a quel fatale 22’, avevano fatto le cose quasi con perfezione chirurgica: trovando mete, punti su piazzato e belle azioni. Poi qualcosa si è rotto. Certo la mancanza di diversi infortunati tra i titolari ha indebolito il gruppo che forse non ha retto alla pressione avversaria o forse si è sentito appagato e sicuro di quanto svolto: sbagliando i calcoli.
Si parte con qualche minuto di studio per le due formazioni in campo poi è il Lumezzane a  rompere il ghiaccio e trovare, al 13’ la prima meta del pomeriggio (7-0). Tre minuti dopo arriva un cartellino giallo per i padroni di casa e la conseguente punizione è trasformata da Mattia Aru (7-3). Lo stesso estremo isolano, subito dopo, firma la meta e la trasformazione che porta Capoterra in vantaggio sul 10-7. L’Amatori è scatenato. Lotta su ogni parte del
campo la squadra di Lisandro Villagra concedendo ben poco agli avversari che, al 30’ capitolano nuovamente con Sangiorgi (17-7 con trasformazione di Aru). L’Amatori prova a dilagare con meta di Santillo (trasformata) e piazzato di Aru che consente alla formazione isolana di andare negli spogliatoi per il riposo sul 25-7.
Al rientro subito meta, ancora con Aru, che trasforma e porta i suoi sul 32-7. Vantaggio importante arrivato anche grazie a delle belle azioni. Al 15’ si rivede il Lumezzane che, pian pianino prova a rialzare la testa riuscendo a trovare un varco nella difesa del Capoterra per piazzare l’ovale tra i pali. Subito dopo arriva anche una punizione e il XV
lombardo rosicchia qualche punto (32-17 al 20’ per Capoterra). Al 22’ è l’Amatori a muovere il risultato trovando altre tre punti su calcio di punizione di Aru (35-17). È l’ultimo acuto per la compagine sarda che subito dopo subisce la pesante reazione del Lumezzane. Arrivano: una meta (35-24) poi il giallo a Sangiorgi e una nuova meta per la squadra di casa (35-31 al 35’). Il XV di Villagra prova a stringere i denti, ma a 2’ circa dal fischio finale il Lumezzane mette la ciliegina sulla torta trovando una nuova meta che viene trasformata rendendo inutile il disperato tentativo di rimonta da parte di capitan Garau e compagni.

Altre notizie relative

Rugby, Alghero non si rialza I Cavalieri sbancano il Maria Pia
Rugby, Varese amara per Capoterra I giallorossi incappano in una sorprendente sconfitta
Capoterra per il colpaccio a Varese I giallorossi giocano nell' anticipo della Serie B

...e tu cosa ne pensi?

300