a sx Aldo Palmas con McGarrah e Nicola Polese (Foto Silvia Mulas)

a sx Aldo Palmas con McGarrah e Nicola Polese (Foto Silvia Mulas)

Gli interdivisionali non hanno portato assolutamente bene ai crociati che dopo l’impennata iniziale ai danni dei Gorillas rimediano tre nette sconfitte per un totale di 122 punti subiti.

La calma piatta registratasi dopo il primo quarto, mai avrebbe fatto pensare ad una disfatta di queste proporzioni. Però già alla vigilia, gli esperti avevano previsto la vittoria dei Mastini Verona, ritenuto club molto più attrezzato. Un piccolo alibi i sardi ce l’hanno: le assenze.



Chiudere sullo zero a zero la prima frazione: è questo l’unico “acuto” degli ospiti che poi non hanno più trovato lucidità ed energie sufficienti a frenare l’impeto straordinario dell’attacco scaligero, capace, in poco tempo, di mettere la parola fine sulla volubilità del risultato, grazie ad atleti dal fisico molto possente.

Anche gli avanti rosso argentei sono rimasti, per la prima volta in questa stagione, completamente a secco, complici diversi errori. Una situazione psicologica difficile da mutare ha fatto il resto, concedendo ai veneti vaste praterie di azione.

Il tecnico americano Jarvis McGarrah ritorna sulla corpulenza dei cagnacci veronesi: “Sono rimasto stupefatto dalla grande operatività delle loro linee offensive e difensive che alla lunga ci hanno sfiancato – dice – e quanto all’improvviso crollo nel secondo quarto, è dovuto alla sterile profondità del nostro team, causata da alcune assenze importanti nelle linee; aggiungo che mancava pure la safety titolare e un ricevitore d’esperienza”.

Il campionato non è compromesso, ma domenica prossima c’è un’altra trasferta delicata: “Combatteremo fino alla fine contro gli Skorpions Varese – annuncia McGarrah – e spero che non siano avversari duri come Blue Storms, Vipers e Mastini”.

Il suo appello finale non cambia di una virgola rispetto ai precedenti: “Sto cercando qualcuno interessato a giocare a football americano con la nostra franchigia”.

Da Cagliari il presidente Emanuele Garzia non ha preso tanto bene il nuovo sbandamento: “Anche questo, come i due precedenti, sono frutto, tra l’altro, della scarsa presenza agli allenamenti – apostrofa – che sta a significare assoluta noncuranza per i propri compagni, quelli che non mancano mai. Temo che dovremo prendere drastici provvedimenti al riguardo; in settimana faremo sicuramente il punto della situazione per capire come affrontare il proseguo del campionato”.

 

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE

GIRONE C

WEEK 7

 

PESCANTINA (VR) –Campo Sportivo Comunale – Corso San Lorenzo

15/04/2018 – Ore 14:30

 

MASTINI VERONA                 42

CRUSADERS CAGLIARI       00

 

1° tempo (28 – 00)

Marcatori: Td Carminati run +1 pt addizionale di Viviani; Td Sebastiani run + 1 pt addizionale Viviani; Td Mensah (intercetto) + 1 pt addizionale di Viviani; Td Venturi pass Carminati + 1pt addizionale di Viviani

 

2° tempo (14 – 00)

Marcatori: Td Quarella run +1 pt addizionale di Viviani; Td Fin run +1 pt addizionale di Viviani

 

IMMENSA TRISTEZZA, È COMPRENSIBILE

 

Annichiliti e corrucciati i giocatori isolani sperano di uscire fuori da questo pericoloso vortice che li mina anche nell’animo. A questo ci dovrà pensare il coaching staff chiamato anche a dare un contributo determinante sul lato umorale della compagnia. “Dobbiamo capire che siamo meno degli altri e più piccoli degli altri – riflette l’offensive coordinator Aldo Palmas – quindi per ottenere dei risultati occorre compattezza e seria propensione ad un allenamento continuo e produttivo. Solo in tal modo si possono recuperare i gap nei confronti delle avversarie. Riassumendo: dobbiamo allenarci tutti e meglio”.

Profondamente amareggiato, la strong safety Stefano Murgia arriva ad una conclusione: “Abbiamo fatto un passo indietro. Vipers e Mastini sono compagini molto forti e siamo ancora distanti da quel livello. Non così tanto però da perdere 42 a 0. Purtroppo è anche colpa nostra perché continuiamo a fare degli errori che iniziano dalla poca presenza agli allenamenti. Non saprei come spiegare la resa definitiva in quella maniera, me lo chiedo pure io, non è la prima partita in cui al secondo quarto cediamo. Ma non è il momento di abbattersi, dobbiamo reagire a queste tre sconfitte. Domenica abbiamo una partita molto importante, mi aspetto un riscatto perché il nostro obiettivo (la vittoria) non cambia”.



Altre notizie relative

Crusaders KO contro i Gorillas Settima sconfitta stagionale per i rossoargento
Crusaders KO, Meloni saluta Il resoconto della giornata di campionato e le interviste
Cursaders Cagliari, quinto KO di fila La capolista Blue Storms passa a Monte Claro

...e tu cosa ne pensi?

300