La grafica della Torres per celebrare i suoi 115 anni di età

La grafica della Torres per celebrare i suoi 115 anni di età

Compie 115 anni la Torres, che nacque il 19 aprile 1903 ed è (assieme all’Ilvamaddalena) la società più antica del calcio sardo, rifondata per ben quattro volte: nel 1991, nel 2006, nel 2008 e nel 2017. Vide la luce come Sef, società di educazione fisica, e per quanto riguarda il calcio iniziò a giocare in piazza d’Armi, fino al trasferimento nell’attuale “Vanni Sanna”, ex Acquedotto.

Nel palmares rossoblù due campionati di Serie C2 (1986/1987 e 1999/2000), 1 campionato interregionale (1958/1959), 3 campionati di Serie D (1971-1972 (girone F), 1980-1981 (girone D), 2012-2013 (girone G), 1 campionato nazionale dilettanti (1992/1993, girone F), 1 Coppa Italia Dilettanti (1991/1992), 1 Coppa Italia Dilettanti Sardegna (2011/2012), 1 Supercoppa Sardegna (2011/2012), 1 Trofeo di Seconda Divisione (1949/1950), 1 Trofeo di Prima Divisione (1950/1951), 1 campionato di Eccellenza (2011/2012), 1 campionato di Promozione (2008/2009). Da rimarcare anche il terzo posto nella Serie C1 2005/2006 (sconfitta in semifinale playoff col Grosseto), quello nella Serie C2 1982/1983, il secondo posto nella IV Serie 1954/1955 (girone F), il terzo nella Serie D 2015/2016 (sconfitta in finale playoff con l’Olbia), il secondo posto in Eccellenza 2010/2011 e la finale di Coppa Italia Dilettanti nel 1991/1992.



Il club di via Coradduzza onorerà la ricorrenza odierna con una maglia speciale, indossata domenica prossima contro il Tonara. Le divise saranno poi messe all’asta martedì prossimo all’hotel Il Vialetto, e i proventi saranno interamente devoluti all’Associazione Mariangela Pinna Onlus che si occupa di assistenza ai malati oncologici a Sassari e in tutta la Provincia. Ci saranno iniziative anche da parte della Fondazione Sef Torres, alla quale è legato lo spettacolo teatrale (al Verdi) del 18 maggio dal titolo “Zi vidimmu alla Torrese”, Compagnia Teatro Sassari. Importante anche il sostegno della Fondazione alla partecipazione di sei ragazzi del Progetto Filippide Sardegna alla Maratona di Madrid. Il Progetto Filippide è un’associazione sportiva che si occupa dell’inserimento sociale di persone autistiche e/o con problemi cognitivi attraverso lo sport e le sue virtù fisiche e sociali.

Il club rossoblù è oggi impegnato nel campionato di Eccellenza, dove domenica chiuderà la stagione regolare per poi tuffarsi sui playoff per la promozione in Serie D. Una rincorsa, quella della squadra di Tortora, volta a tornare nel calcio nazionale dopo la retrocessione del 2017 e i tanti problemi societari-finanziari che si sono susseguiti dal 2006 fino a pochi mesi fa. Dopo una prima fase di stagione molto negativa, il mercato di riparazione, l’arrivo dell’allenatore, l’amalgama di squadra hanno reso i torresini in piena lotta con Atletico Uri, Sorso e Stintino per un posto negli spareggi nazionali di Eccellenza. Chi farà compagnia al Castiadas già promosso in Serie D?



Altre notizie relative

Torres, si pensa a Paolo Arca Ex Cagliari, ha giocato con Seregno e Varese
Peana: “Non possiamo più sbagliare” Il difensore della Torres parla in vista della gara con la Lupa Roma
Torres, idea Virgilio Perra Il tecnico cagliaritano nella lista di Sechi

...e tu cosa ne pensi?

300