Giuseppe Nuvoli, il migliore in campo

Giuseppe Nuvoli, il migliore in campo

Ruzittu 6,5 – Tra gli interventi prodigiosi spicca quello su Maiorino nel primo tempo, in tutto però saranno almeno quattro le parate decisive. Rimane il rammarico per il gol-vittoria di Lucci, dove poteva fare meglio, pur avendo la visuale coperta.

Peana 5 – Uno dei principali protagonisti del pasticcio che ha regalato il gol a Doumbia a pochi minuti dal via. È relativamente fortunato perché il Livorno preferisce spingere dalla parte opposta, fa poco a sua volta per mettersi in mostra.

Sbardella 5,5 – Quando il Livorno attacca l’Arzachena trema, con una retroguardia davvero poco solida quest’oggi al cospetto del tridente ospite. Il centrale ex Trastevere ha l’unico merito di sbagliare meno degli altri.

Piroli 5 – Dorme clamorosamente, lasciando scorrere la sfera, quando un intervento sbilenco di Peana si trasforma in un assist al bacio per il vantaggio amaranto, si fa “bruciare” anche in occasione dello 0-2. In totale affanno per 45′, meglio nella ripresa.

Trillò 4 – Doumbia dovrà probabilmente regalargli un moment a fine gara per scusarsi del mal di testa causatogli. Non lo prende (e neanche lo vede) praticamente mai, anche in fase offensiva è inesistente (dal 46′ Varricchio 5,5 – Sostituisce il compagno con l’arduo compito di contenere l’attaccante francese ormai abbastanza stanco, se la cava senza sforzarsi di fare qualcosa in più).




Bertoldi 6,5 – Guardingo fino al 33′, quando vede uno spazio che non c’è tra i difensori ospiti e con la parte esterna del piede infila Mazzoni siglando un gol intelligente e raffinato. Un colpo da biliardo che riapre i giochi, tra i migliori finché è in campo (dal 78′ Vano S.V. – Poco tempo per incidere, comunque ci prova sbattendosi in tutti i modi e come sempre si dimostra un totem dal peso specifico enorme. Perché impiegarlo solo per 12 minuti?).

Nuvoli 7 – Anche nel momento più buio dell’Arzachena è l’unico a mantenere accesa una flebile lucina, provando in un deserto di idee a macinare gioco. Il filtrante per Bertoldi è sublime, da lì in poi non sbaglia un pallone.

Bonacquisti 6 – Rispetto al vicino di reparto soffre maggiormente l’onda d’urto livornese. Prova a rincorrere chiunque, mette in campo tutta la sagacia tattica di cui dispone, il suo lavoro oscuro è molto utile seppur a volte non brillante.

Lisai 6,5 – Fatica in fase di ripiegamento ad aiutare Trillò, mentre con la palla tra i piedi dimostra da subito di poter far male. Nel momento di maggior spinta biancoverde è sempre propositivo, siglando il gran gol del 2-2. Poi viene inspiegabilmente sostituito (dal 67′ La Rosa 5,5 – Dovrebbe aiutare a difendere il pareggio, lo si vede raramente nel vivo del gioco).

Curcio 4 – Mai in partita, troppa sufficienza anche nei passaggi più semplici. L’ottimo lavoro dei centrocampisti è stato vanificato da una prestazione da fantasmi della coppia offensiva, in particolare di colui che sarebbe dovuto essere il filtro tra i due reparti.

Sanna 4,5 – Con il partner d’attacco sembra non capirsi proprio, però quelle poche volte in cui viene cercato si fa spesso trovare in fuorigioco. Perico e compagni lo arginano senza grossi patemi, abbastanza inconsistente.

All. Giorico 5,5 – In realtà il tecnico algherese la partita l’aveva preparata davvero bene e si è visto con il passare dei minuti. A rovinare parzialmente i piani ci aveva pensato la retroguardia con un pasticcio imprevisto, ma passato lo shock dei due gol i biancoverdi hanno imbrigliato il Livorno nella loro tela e agguantato un pareggio con coraggio e personalità, giocando a memoria. Non convincono però alcune scelte a partita in corso, una su tutte la sostituzione di Lisai che è risultata essere poi una goffa incomprensione tra la panchina e il giocatore, con l’ingresso di un giocatore (La Rosa) con caratteristiche totalmente diverse che non ha pagato. Lo stesso Vano tenuto in panchina fino al 78′ convince poco. Resta la soddisfazione di aver fatto paura al Livorno,  giocando a tratti un gran calcio. Tuttavia almeno un punto, dopo aver rimontato due reti, poteva essere portato a casa. Per la salvezza (una grande impresa!) manca ancora un passo.

Oliviero Addis



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata