Francesca Orsini

Francesca Orsini

Niente colpaccio in trasferta per la Virtus Cagliari. Troppo forte Bologna che si è imposta nell’anticipo dell’ora di pranzo del penultimo turno di ritorno della serie A2 femminile, con il punteggio di 71-46. Una gara che la formazione di casa ha messo in cassaforte già dopo i primi 10’, grazie ad un parziale di 23-11, anche se la Virtus, come
suo solito, ha cercato in tutti i modi di rientrare in partita. Il colpo di grazia è arrivato in apertura di seconda frazione. Bologna, trascitana da D’Aliè ha allungato nuovamente il passo e per la Virtus è stata notte
fonda.



I numeri della sfida del resto parlano chiaro. La Virtus ha tirato male e soprattutto è stata surclassata ai rimbalzi. Vargiu e compagne da due punti hanno chiuso con il 37% (13 su 35), molto meglio Bologna che ha scritto 42% (23 su 54). Nel tiro dalla linea dei 6,75 Bologna è stata un tantino più precisa : 38% (5 su 13) contro il 18% (5 su 27)
delle cagliaritane. Un punto di vantaggio Virtus dalla linea del tiro libero con il 41% (5 su 12) contro il 40% (10 su 25) delle padroni di casa. Non è andata certo meglio ai rimbalzi. Bologna ha dominato conquistando sotto le plance 51 palloni contro i soli 37 delle virtussine. Già dall’inizio del match Bologna fa la voce grossa piazzando un break di
11-0. La reazione Virtus è fatta solo di errori e tanta difficoltà nel “vedere” il canestro avversario. I primi punti cagliaritani sono firmati da Paola Raiola che dalla lunetta sblocca il punteggio (11-3). È un buon
momento per la squadra isolana che riesce ad avvicinarsi alle padrone di casa (15-11 all’8’). La reazione di Bologna è immediata e consente alla squadra di coach Giroldi di piazzare un break di 8-0 e andare al primo stop sul 23-11. La Virtus però non demorde e ritrova, nella seconda parte la lucidità per rientrare in partita (24-18 al 13’; 27-23 al 15’) grazie anche ai canestri di una scatenata Francesca Orsini. Bologna però non vuole correre rischi. Chiude i varchi in difesa e firma un nuovo break di 9-0 (36-23) che le consente di andare al riposo lungo sul 38-27. Al rientro in campo la situazione non migliora, anzi. La Virtus soffre sotto le plance, le percentuali non migliorano e Georgieva non è in serata, mentre Bologna ha vita facile nel riuscire a perforare la difesa isolana che subisce un nuovo, pesante parziale (18-7). Al 30’ la gara è praticamente chiusa: 56-34. Negli ultimi 10’ la Virtus cerca di riordinare le idee, ma Bologna concede poco, amministra e incassa i due punti senza problemi.
PROGRESSO BK BOLOGNA-VIRTUS SURGICAL 71-46
Parziali: 23-11; 15-16; 18-7; 15-12
Bologna: D’Alie 27, Tassinari 15, Storer 9, Meroni 16, Nannucci 3, Monterumisi, Cordisco, Tava, Brevini, Poletti, Dall’Aglio 1. Allenatore: Giroldi.
Virtus: Raiola 11, Georgieva, Orsini 21, Podda, Pastena 2, Puggioni 3, Sorrentino, Melis, Pellegrini 3, Vargiu 6. Allenatore: Ferazzoli.
Arbitri: Santilli e Ricci.

Ufficio Stampa Virtus Surgical Cagliari

Altre notizie relative

Il San Salvatore lancia la sfida a Campobasso A Selargius arriva la capolista del Girone Sud
Il San Salvatore si rialza Battuta La Spezia nel recupero
Il San Salvatore recupera con La Spezia Il presidente del sodalizio selargino presenta i temi del recupero contro la Carispezia: “Mi sarei aspettato qualcosa in più dalla partita contro Roma...

...e tu cosa ne pensi?

300