Fabio Fraschetti (foto: Alessandro Sanna)

Fabio Fraschetti (foto: Alessandro Sanna)

Soddisfazione palpabile in casa Nuorese dopo l’entusiasmante rimonta ai danni dell’Ostiamare, queste le parole del tecnico Fabio Fraschetti: “Ci siamo complicati la vita con le nostre mani, subendo gol alla prima occasione avversaria nel primo caso e in fuorigioco per quanto riguarda il raddoppio. Lì la partita si è fatta difficile perché giocavamo contro una squadra che dispone di un reparto offensivo di grande qualità e, cercando di recuperare il doppio svantaggio, eravamo quasi costretti a lasciare degli spazi nelle retrovie. I ragazzi hanno avuto un’impennata di orgoglio, col merito e la fortuna di trovare due reti nell’arco di pochi minuti. Da quel momento è nata un’altra partita, che abbiamo rischiato di riperdere per un’altra disattenzione ma che ci ha visto creare diverse occasioni da rete. Il gol del 3-2 è stato il giusto premio per i ragazzi che volevano vincere a tutti i costi”.



Per il tecnico verde-azzurro anche un bilancio con un occhio ai playout, ormai inevitabili: “Abbiamo totalizzato 20 punti nel girone di ritorno. Avremmo potuto fare qualcosa di meglio, ma quegli imbarazzanti 12 punti del girone di andata pesano su questa nostra rincorsa. Ormai siamo costretti a fare i playout: ci siamo e ci arriveremo nella condizione migliore possibile”.

Si è sbloccato anche Compagno: “Il mio augurio è che questo gol sia una iniezione di fiducia, parliamo di un ragazzo che necessita di una squadra che metta in risalto le sue qualità. Ha fatto fatica ad entrare in condizione e si era incartato a livello caratteriale ma garantisco che parliamo di un ragazzo serissimo che si è sempre messo a disposizione della squadra: gode della piena fiducia dello spogliatoio”.

Il tecnico riserva anche una bacchettata al suo giocatore: “Dopo il gol ha fatto un gesto che si poteva risparmiare ed è già stato rimproverato. Non deve andare contro le critiche ma deve recepirle come uno stimolo. I ragazzi sugli spalti sono stati eccezionali anche oggi, a loro chiedo un aiuto se possibile ancor più grande: al di là di come è andata la stagione, questa è la squadra e perderci in diverbi non ci porta alcun vantaggio. Nonostante ciò, ribadisco che l’errore è stato commesso da Compagno in quanto non deve permettersi alcuna rimostranza nei confronti di chi paga il biglietto”.

dal nostro inviato Gianluca Pibiri



 

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata