Archimede Graziani, tecnico del Lanusei (foto: Giorgio Marras)

Archimede Graziani, tecnico del Lanusei (foto: Giorgio Marras)

La prossima giornata del campionato di Serie D (girone G) sarà decisiva per capire il destino delle 5 formazioni sarde ancora in bilico, visto che la sesta (il San Teodoro) ha già salutato con la retrocessione. Delineata la situazione (leggi qui), nei vari spogliatoi si spazia tra fiducia, rivendicazioni, speranze e qualche timore.

“Andremo a Cassino a prenderci il punto che manca”, dice il tecnico del Budoni, Raffaele Cerbone, forte di una stagione ottima dove manca qualche punto che oggi significherebbe tranquillità. Soddisfazione per aver tenuto testa al Rieti, e caccia a ciò che manca: “Noi facciamo giocare davvero i giovani – dice Cerbone a Diario Sportivo – Molti parlano e poi li lasciano fuori, con la salvezza diretta chiuderemo un ciclo biennale non facile messo a dura prova dalla retrocessione in Eccellenza”. Sul campionato e le squadre sarde, Cerbone (che in stagione aveva invocato più attenzione da parte degli arbitri nei confronti delle sarde) dice che “bisogna programmare entro agosto altrimenti si soffre e si è costretti a rincorse da dicembre in avanti, non è semplice infilare 10-12 vittorie, magari 8 nel girone di ritorno, noi e il Lanusei abbiamo vinto tante partite eppure non siamo tranquilli”, ha concluso.

DA OGGI PUOI DIRCI LA TUA SUL NOSTRO LAVORO, PUOI AIUTARCI A MIGLIORARE E OFFRIRE NUOVI SERVIZI SUL SITO E I CANALI SOCIAL | Clicca qui: https://goo.gl/j2EgTZ



A Tortolì è il momento dell’assunzione delle responsabilità. Dopo il ribaltone dicembrino “frutto di scelte non tecniche”, come dice il presidente Giovanni Cualbu, la squadra passata nelle mani di Virgilio Perra (dimessosi due settimane fa) non ha cambiato passo e ora manca solo la matematica condanna. “La sconfitta nel derby fa malissimo – dice Cualbu – Mi sento orgogliso del nostro operato perché non abbiamo mai fatto mancare qualcosa e abbiamo onorato tutti gli impegni. Purtroppo abbiamo sbagliato delle scelte tecniche, occorrono realismo e umiltà per valutarle. E’ mancata fiducia dentro il gruppo”, afferma Cualbu a Diario Sportivosenza però voler entrare nello specifico su colpe e motivi della rivoluzione di metà anno: “E’ una questione complessa e gradirei rimanesse tra i diretti interessati”.

Per il Sassari Calcio Latte Dolce pesa il clamoroso tonfo di Anzio. “Ci sono partite stregate – dice il presidente Alessio Marras – Gli episodi hanno determinato una sconfitta che ci costringe a cercare la vittoria col Trastevere, contro le squadre migliori del torneo abbiamo sempre fornito buone prestazioni, nessuno vuole la lotteria del playout, quindi non ci pensiamo e puntiamo a chiudere il discorso domenica”. Proprio all’andata finì 4-3 per i capitolini, un match che grida vendetta vista la clamorosa rimonta subita dai sassaresi che erano avanti 3-1. “Il Trastevere è sicuro di fare i playoff ma non regalerà punti”, dice il DG Adriano Fantoni, “per noi sarde è più complicato programmare e fare squadre di livello, visto che abbiamo costi più alti a causa delle trasferte nella Penisola. Il campionato è imprevedibile, il nostro cammino parla chiaro, purtroppo ad Anzio gli episodi tra decisioni arbitrali ed errori nostri non ci hanno arriso”.

“Non molliamo la presa – dice Archimede Graziani, tecnico del Lanusei fresco di vittoria nel derby – Quando sono arrivato l’obiettivo era non retrocedere prima dell’eventuale playout, ora possiamo addirittura sperare in un playout in casa, qualcosa che era impensabile quando sono arrivato. Ringrazio i ragazzi, stanno dando il massimo. Nel girone di ritorno abbiamo cambiato passo con un ruolino da playoff, il derby è una gioia per tutti e siamo contenti di averla ed essercela regalata. Ora servono due ulteriori sforzi con Flaminia e Latte Dolce”.

DA OGGI PUOI DIRCI LA TUA SUL NOSTRO LAVORO, PUOI AIUTARCI A MIGLIORARE E OFFRIRE NUOVI SERVIZI SUL SITO E I CANALI SOCIAL | Clicca qui: https://goo.gl/j2EgTZ



Altre notizie relative

Latte Dolce, preso Lai per la porta Nuovo rinforzo per la società sassarese
Olivera ferma la corsa del Sassari Latte Dolce I biancocelesti cadono al Quinto Ricci
Latte Dolce, Fantoni: “Tutti con Udassi” Il DG dei sassaresi guarda alla sfida in casa del Racing Aprilia

...e tu cosa ne pensi?

300