Diego Farias

Diego Farias

Si prospettano 90′ ad alto tasso emotivo, domenica, allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova. Due squadre con obiettivi diversi, ma accomunate dalla necessità impellente dei tre punti. Il Cagliari farà visita ad una Sampdoria che culla ancora le proprie velleità europee, nonostante un girone di ritorno in leggera flessione e i risultati negativi lontano dalle mura amiche.

Se qualcuno avesse nutrito dei dubbi in merito, ci ha pensato il responsabile dell’area tecnica blucerchiata, Daniele Pradé, a spazzarli via in un amen: “Ci attendono quattro partite che determineranno il nostro futuro. Quella di domenica sarà una partita cruciale, che potrebbe essere determinante. Le prossime quattro partite saranno quattro finali“. Barella e compagni troveranno dunque sulla propria strada una squadra aggrappata al proprio sogno, tutt’altro che scarica o poco determinata.



I tifosi ricorderanno ancora la rimonta dello scorso dicembre, inaugurata dal gollonzo di Farias su gentile omaggio di Viviano. E proprio Farias potrebbe il rinforzo più importante per Lopez in vista della trasferta in terra ligure. Il brasiliano, sparito dai radar rossoblù dopo la trasferta esterna in casa del Benevento, potrebbe rappresentare quella variabile impazzita in grado di sparigliare le carte. Importante, in particolare, in un momento nel quale Han appare in difficoltà fisica, Ceter deve ancora sgrezzarsi e Sau, al netto degli incoraggianti segnali forniti contro il Bologna, ha dimostrato di non reggere 90′ ad alti ritmi. Quella dell’ex Sassuolo, inoltre, sarebbe una carta da utilizzare, in caso di necessità, a partita in corso, utile per sfruttare gli eventuali contropiedi di cui il Cagliari necessita per costruire chiare occasioni da rete.

Da scartare – a meno di clamorose sorprese – la possibilità di un cambio di modulo, opzione mai presa realmente in considerazione dal tecnico uruguaiano, anche quando gli indizi consigliavano quella strada. Quel che è certo, è che nelle prossime settimane saranno necessarie tutte le forze possibili per contrastare un calendario denso di ostacoli e le paure che, in questi giorni, uniscono i tifosi rossoblù.



Altre notizie relative

Barella stellare, harakiri Padoin! Le pagelle del match fra Cagliari e Milan
Il tempo di Joao Il brasiliano scalpita per tornare protagonista
Ma non può fare sempre doppietta Il livornese ha finora sulle spalle le sorti rossoblù

...e tu cosa ne pensi?

300