Fabio Fraschetti

Fabio Fraschetti

Al termine della vittoria per 2-0 sul Cassino, l’allenatore della Nuorese Fabio Fraschetti ha così commentato: “Ci tenevo a finire con un risultato positivo e una buona prestazione, al di là del ffatto che affrontavamo una squadra senza grandi stimoli. Dobbiamo prepararci al meglio per lo scontro diretto; nelle ultime gare abbiamo cambiato passo, giochiamo con fiducia e qualità. Il tutto è coinciso con la certezza del playout; quindi bisogna domandarsi se è per questa situazione che ci ha deresponsabilizzato o per il fatto che siamo in crescita”.



“Nel girone di ritorno abbiamo fatto 23 punti -prosegue il tecnico- peccato non aver raccolto qualcosa in più per la salvezza; abbiamo sbagliato le partite con avversarie dirette col Monterosi e il Budoni, dove ci ha girato anche un po’ male. Ora dobbiamo migliorare ancora ed evitare gli errori. Le sensazioni sono positive, la partita secca ci consente di non gestire 180′ quindi penso possa essere un vantaggio, il fatto di avere un unico risultato a disposizione non mi spaventa affatto. Spero di vedere la squadra che ho visto nelle ultime uscite, potremmo giocarcela sicuramente. Non abbiamo problemi di tenuta fisica, in certe occasioni ci è mancata l’autostima ed eravamo un po’ bloccati psicologicamente. Mi auguro di vedere una squadra libera. L’esclusione di Cissé e Compagno? Quest’ultimo ha avuto problemi fisici in settimana e non ha fatto nemmeno il riscaldamento prepartita, mentre l’altra scelta è frutto della settimana, dall’impegno negli allenamenti e dall’atteggiamento”.

“Sicuramente non siamo molto abitutati a giocare in un campo sintetico a differenza del Lanusei. Noi dobbiamo far capire a chi ci dice qui a Nuoro che siamo già retrocessi che siamo ancora in corsa: ce lo dicono da febbraio, dobbiamo avere il carattere di ribaltare queste sensazioni negative, mi auguro che ci sia la determinazione per salvarci così la soddisfazione sarà doppia se non tripla. Non abbiamo avuto grande tempo per creare una squadra, avvevamo l’obbligo di cercare subito il risultato e non quello di costrutire. Non abbiamo grande recriminazioni nella mia gestione, soltanto un po’ di rammarico per qualche partita che abbiamo lasciato per strada. Durante la settimana abbiamo sempre lavorato con impegno, ora dobbiamo tirare fuori le palle in una partita decisiva. Bilanci? No, li farò il 20 sera,  è inutile che mi chiediate se rimarrò a Nuoro o meno. Mi auguro con tutto il cuore che sia positivo.Chiamare i tifosi? Sono sicuro non ce ne sia bisogno, ci seguono ovunque e ci sosterranno anche per 120′ se servirà”.  

dall’inviato Gianluca Pibiri



Lascia un commento