(foto di Cristiano Gatti)

(foto di Cristiano Gatti)

La beata gioventù! Fine del girone d’andata col botto per il Cagliari, nel girone A dell’A2 di baseball, con lo sweep rifilato al Senago che si presentava ad Iglesias da prima della classe. Con questo week-end si sono conclusi primi incontri tra le sei squadre del girone e si può iniziare a stilare un primo bilancio di visto finora.
Ne parliamo col manager rossoblù Walter Angioi, che commenta così l’ultima partita: «Doppia vittoria davvero inaspettata, frutto di due grandi gare. Anche se, a dire il vero, ancora non ho capito se è stata maturità o incoscienza (ride)».



Due gare solide, chiuse sul 3-1 e 2-0 in favore dei rossoblù: «Sabato abbiamo avuto delle prestazioni importanti da Kleyvert Rodriguez Cueto e Nicola Zidda sul monte di lancio e Federico Sireus in attacco, autore delle valide che hanno portato i punti vincenti a casa» ricostruisce il manager. «Domenica in gara2 abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione di grande solidità sul monte di lancio di Eddy Abel Garcia, che si conferma un gran professionista e con una calma invidiabile ha concesso solo 2 valide ad un line-up pericoloso come quello del Senago. Difesa nel complesso perfetta con menzione speciale a Domenico Cugia, autore di due prese incredibili sul risultato di 1 a 0 per noi che hanno veramente fatto la differenza nei momenti chiave della partita».

Con questo risultato il Cagliari porta il suo bilancio stagionale a 6 vittorie e 4 sconfitte, che vale la seconda posizione in condominio proprio col Senago. Meglio dei rossoblù ha fatto soltanto il Bollate (8-2), che non a caso è stata anche l’unica squadra a non concedere punti ai cagliaritani. «Al termine della partita in notturna vinta a Torino (prima della gara col Senago, ndr) ho detto alla squadra che noi ancora dovevamo scoprire che ruolo recitare in questo campionato. Con la doppia vittoria contro Senago i ragazzi hanno risposto con i fatti che vogliono dire la loro e magari, chissà, essere protagonisti di una favola».



Ora inizia la fase d’intergirone del campionato, con gli incroci tra le squadre del girone A e quelle del girone B. Il calendario propone per il Cagliari le sfide interne contro Castenaso (12-13 maggio), Verona (26-27 maggio) e Atlethics Bologna (16-17 giugno), e le trasferte contro Bolzano (20 maggio), Rangers Redipuglia (provincia di Gorizia il 3 giugno) e New Black Panthers (a Ronchi dei Legionari, Gorizia, il 9 giugno).
Tutte sfide affascinanti visto il valore delle avversarie: «Girone B molto competitivo, conosco molti giocatori che militano in quel girone e sono tutti ottimi giocatori di A2 con trascorsi importanti in A1. Del Castenaso, prossimo avversario, basta dire solo che il manager Marco Nanni è il manager più vincente degli ultimi 10 anni in Italia in serie A1 con la Fortitudo Unipolsai Bologna. È il classico manager vincente».
Tanto rispetto ma nessuno vuole fermarsi sul più bello: «Penso che, per come stiamo in questo momento, saranno 2 partite molto interessanti e chissà, magari riusciremo a dire la nostra se sapremo sfruttare i momenti chiave che in ogni partita possono presentarsi».

Intanto, se è vero che le prime dieci gare della stagione sono sicuramente poche per dare giudizi, sono sufficienti per delle prime impressioni sull’impatto del gruppo nella nuova realtà: «Tutti meritano una menzione speciale per quanto fatto finora. veramente nessuno escluso si stanno dedicando con passione a un progetto di crescita. I ragazzi giovani stanno sognando e sognare porta a fare grandi cose; i veterani stanno risolvendo le situazioni e guidando perfettamente i più giovani; la società ci assiste in tutto. Sono veramente orgoglioso di avere la possibilità di lavorare con questo gruppo».

Claudio Inconis

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata