Diego Podda

Diego Podda

Gara tre, il match verità. Si gioca la “bella” tra Futsal Futbol Cagliari e Ternana (domenica ore 16). Al Pala di Vittorio scatta il momento clou fin qui di questi caldi playoff. Ffc-Ternana è di certo la serie più combattuta di questi quarti di finale tra due squadre capaci di portarsi a casa i rispettivi match tra le mura amiche per allungare la sfida al terzo e ultimo atto, quello da dentro o fuori. E se in gara uno avevano avuto la meglio Renatinha e compagne, il match andato in scena al PalaConi mercoledì è stato uno spettacolo di emozioni rossoblu, con la Ffc capace di rimettere tutto in parità grazie a un match di grande intensità e carattere. Si vola, dunque, a Terni per provare a continuare questa corsa nei playoff. Una gara difficile ma non impossibile per questa Futsal Futbol Cagliari che ha già dimostrato il suo valore. Ma servirà limitare ancora di più ogni possibile errore e tirare fuori un’altra grande prestazione, quella che mister Podda chiede alla sua Ffc.



E allora dopo l’ottimo match di mercoledì “bisognerà essere coscienti che quella vittoria ci ha dato una grande opportunità – dice il tecnico rossoblu – abbiamo fatto tanto per meritarcela e adesso non dobbiamo sprecarla. Questo non significa che si deve vincere per forza ma vuol dire giocarsela al meglio delle nostre possibilità perché nella terza partita le possibilità di errore devono essere ancora minori – continua – è vero che già in gara due eravamo costretti alla vittoria ma adesso andiamo a casa loro sapendo che il fattore campo potrebbe influire.
Troveremo un pubblico numeroso che spingerà la loro squadra e quindi dovremo essere anche bravi a isolarci e magari a trarne beneficio perché il bello di questi match è anche quello di giocare in palazzetti pieni, con tanto pubblico, anche avendo il tifo contro: le più belle imprese sono quelle che si fanno in un campo avverso”.
Allora cosa servirà? “Ancora più maturità e personalità – sostiene Podda – oltre che una buona lettura delle diverse situazioni di gioco, quelle in cui ogni tanto manchiamo, e l’ho ripetuto alle ragazze anche nell’ultimo allenamento”. Per una buona prestazione attenzione anche alla condizione fisica e mentale. “Le ragazze arrivano al match non avendo recuperato totalmente ma la testa farà tanto, così come l’ambizione  – sottolinea il mister – e se saremo determinati e, appunto, ambiziosi volendo fortemente raggiungere l’obiettivo arriveremo pronti alla gara sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. Si tratterà di volere questa vittoria più degli altri – conclude Podda – ma non basterà solo a parole, dovremo dimostrarlo con l’atteggiamento giusto, la disponibilità al sacrificio e mettendo in campo tutto quello che serve”.



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata