Lo stadio "Vanni Sanna" di Sassari

Lo stadio “Vanni Sanna” di Sassari

Il momento del calcio sassarese è di grande fermento. Sta per concludersi la stagione della Torres, impegnata nella preparazione dei playoff nazionali di Eccellenza dopo la vittoria di quelli regionali, mentre il Sassari Calcio Latte Dolce ha conquistato la seconda salvezza di fila e salutato Massimiliano Paba. Ma un’altra prima parte di estate (o tarda Primavera) di passione potrebbe aprirsi, con al centro del tavolo la solita vicenda: il futuro della Torres, il rapporto tra Torres e Latte Dolce, la collaborazione tra realtà cittadine a livello sportivo e imprenditoriale, con l’obiettivo di costruire qualcosa di realmente competitivo a livello nazionale e professionistico.

Una storia intricata fatta di posizioni diverse, frecciate, incontri e accordi complicati, spifferi e contro-indiscrezioni. Ecco perché la nota ufficiale del Sassari Calcio Latte Dolce e dei suoi sponsor (Abinsula e Matica in primis, ma non solo) – tramite un comunicato stampa – avrà un eco rumoroso, destinato a smuovere le acque. Nei giorni scorsi, mentre si vincevano i playoff regionali, il presidente della Torres Sechi aveva chiaramente detto che “è il momento di fare i fatti e non chiacchiere”, aiutando la Torres.



«Felici per i recenti sviluppi che hanno visto la Torres aggiudicarsi con merito la finale dei playoff regionali di Eccellenza – si legge nella nota lattedolcina – con annessi i migliori auguri e un grosso in bocca al lupo in vista dell’imminente fase nazionale, un gruppo di imprenditori sassaresi già impegnato nella promozione dello sport a vari livelli, acquisita nel tempo – grazie all’esperienza maturata alla guida del Sassari calcio Latte Dolce – una struttura ed una dimensione atta ad affrontare sfide a carattere nazionale, è pronto a mettersi a disposizione, per creare a Sassari un nuovo progetto sportivo, ambizioso e d’eccellenza, che abbia nella programmazione il suo cardine e punti a raggiungere obiettivi importanti tali da restituire alla città e ai suoi tifosi la giusta rilevanza regionale e nazionale. Un progetto condiviso che, al suo interno, comprenda anche il Sassari calcio Latte Dolce, ma capace di allargare gli orizzonti e renderli condivisi. Siamo pronti a sederci subito attorno a un tavolo e parlare con l’attuale dirigenza rossoblù. La disponibilità, come detto, é piena e totale: il progetto resta valido qualunque sia l’esito sportivo che maturerà sul campo durante i playoff nazionali. Tutti i dettagli funzionali ad approfondire e spiegare al meglio l’idea saranno forniti e spiegati in una apposita e successiva comunicazione. Importante ora è stabilire un contatto».

Altre notizie relative

Torres, si pensa a Paolo Arca Ex Cagliari, ha giocato con Seregno e Varese
Serie D, vietato sbagliare nell’infrasettimanale Girone G di nuovo in campo dopo tre giorni
Peana: “Non possiamo più sbagliare” Il difensore della Torres parla in vista della gara con la Lupa Roma

...e tu cosa ne pensi?

300