Fabio Aru in gruppo (foto Bettini)

Fabio Aru in gruppo (foto Bettini)

Grande vittoria di Matej Mohric nella decima tappa del Giro d’Italia, quella da Penne a Gualdo Tadino. Il giovane sloveno della Bahrain-Merida, già campione del mondo junior e under 23, ha battuto in una volata a due il tedesco Nico Denz (Ag2r).



E’ stata una tappa folle. Il gruppo, regolato da Sam Bennett (terzo), è arrivato con 34’’ di ritardo. Tutti insieme i big tranne Esteban Chaves, in difficoltà sin dalla prima salita. Ritardo clamoroso (25’25”) per il colombiano, protagonista della prima settimana e ora fuori classifica. La Mitchelton-Scott rimane in maglia rosa con Simon Yates, a 41’’ c’è Dumoulin e a 46’’ troviamo Pinot. Era la frazione più lunga di questa edizione del Giro 101: 244 km tra i saliscendi dell’Appennino. Mohoric ha provato prima a entrare nella fuga di giornata, poi ripresa. Ai -40 km ha attaccato, raggiunto Villella e il fuggitivo Frapporti. Nel finale, solo Denz ha resistito alla sua ruota, cedendo in volata. Per lo sloveno, già vincitore della settima tappa alla Vuelta 2017, si tratta di un capolavoro.

Altre notizie relative

Cassani:”Aru rinascerà” Così il CT della Nazionale sicuro sulla prossima stagione del sardo
Aru: “Sarà un Giro durissimo” Il villacidrese mette il mirino sulla corsa a tappe italiana
Martinelli: “Aru avrebbe dovuto staccare prima” Così il direttore sportivo dell'Astana sulle scelte del villacidrese

...e tu cosa ne pensi?

300