La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

Appuntamento oggi, 18 maggio 2018, con “Zi vidimmu a la Torrese”, lo spettacolo organizzato dalla Fondazione Sef Torres nell’ambito di una serie di iniziative atte a festeggiare i 115 anni di vita della società sassarese (il 19 aprile 2018). La commedia di Cosimo Filigheddu e Roberto Sanna, messa in scena al Teatro Verdi dalla Compagnia Teatro Sassari, sarà il clou dei festeggiamenti. Biglietti numerati in vendita in via Tempio 65 al prezzo di 12 euro + 1 euro di prevendita (interi) o 10 euro + 1 euro di prevendita (ridotti).



LA STORIA | Estate 1997, un anno particolarmente triste per i tifosi della Torres, che si trova sull’orlo del fallimento. Sono trascorsi meno di 10 anni dai campionati fantastici con Gianfranco Zola e Mario Piga, dal derby col Cagliari allenato da Claudio Ranieri. La Torres precipita fra i dilettanti e viene messa all’asta al prezzo simbolico di centomila lire. Solo una persona si fa avanti, Fabio Moro, sassarese, brillante imprenditore della new economy con interessi nella Silicon Valley. Il presidente Fabio Moro scopre in Argentina un sassarese doc che allena la squadra dei giovanissimi del Boca juniors e lo riporta a Sassari, affidandogli la Torres. Sotto la guida di Daniele Bertone la Torres in tre anni passa dalla serie C alla serie A. Non solo, ma è prima in classifica e deve disputare l’ultima partita con la blasonata Juventus, per vincere lo scudetto. Ma un grosso problema si presenta: è quello dello stadio. Infatti la Torres vincendo il campionato, disputerà la coppa dei campioni e naturalmente l’Acquedotto è inadeguato per ospitare una manifestazione di tale importanza. A questo punto politici che hanno forti interessi nel campo edilizio chiedono esplicitamente a Moro di affidare loro i lavori per il nuovo stadio promettendo un forte tornaconto personale. Moro, imprenditore geniale ma uomo profondamente onesto, rifiuta sdegnosamente tale offerta e trova una soluzione alternativa. Nello sviluppo della vicenda, insieme a personaggi realistici, quali presidente, allenatore, giocatori, tifosi, politici faccendieri e nientedimeno che Omar Sivori, inviato per la Domenica Sportiva dalla TV di Stato per l’importantissima partita, vi sono tre personaggi che potremmo definire fantastici e che rappresentano “la Fortuna”, “il Destino” e “il Portafortuna”, che intervengono nello sviluppo dell’azione scenica.



Altre notizie relative

Torres, si pensa a Paolo Arca Ex Cagliari, ha giocato con Seregno e Varese
Peana: “Non possiamo più sbagliare” Il difensore della Torres parla in vista della gara con la Lupa Roma
Torres, idea Virgilio Perra Il tecnico cagliaritano nella lista di Sechi

...e tu cosa ne pensi?

300