Finisce col sorriso l’avventura europea dell’Amsicora nell’Eurohockey Challenge II di hockey su prato, che nella sfida contro il Politechnika Poznanska per evitare l’ultimo posto si è imposta con un perentorio 7 a 0.
Dopo un girone eliminatorio davvero proibitivo per le cagliaritane, che pure opposte ad avversarie d’altra categoria hanno chiuso con un pareggio e due sconfitte, la vittoria di oggi vale per il prestigio della squadra e per il movimento nazionale, visto che garantisce il posto ad una squadra italiana anche per l’anno prossimo.

Il cammino. Nel raggruppamento di Gant, in Belgio, l’Amsicora ha fatto il suo esordio contro le svizzere del Black Boys HC Geneve pareggiando per 2 a 2, reti di Rocchigiani e Carta, prima di cedere al HC 1972 Rakovník, formazione della Repubblica Ceca, per 4 a 1 (punto della bandiera di Belloni) e alle padrone di casa del Gantoise Hc per 11 a 1, marcatura di Vynohradova.



L’ultima posizione ha quindi costretto le amsicorine a sfidare la terza dell’altro girone per evitare l’ultimo posto, ma opposte ad un avversario alla loro portata le cagliaritane hanno sfoderato una prestazione maiuscola vincendo per 7-0 contro le polacche di Poznanska.
Le reti portano la firma di Federica Carta, doppietta per lei, Vynohradova, tripletta, Dalla Vittoria e Denotti, al suo primo gol internazionale.

In casa Amsicora c’è comunque soddisfazione per l’esperienza internazionale fatta e per aver permesso ad alcune giovanissime di ben figurare ad alto livello. Al rientro in Sardegna Vynohradova dovranno disputare l’ultima di campionato col CUS Pisa, che chiuderà la stagione.

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata