Simone Padoin con i figli appena dopo la vittoria conclusiva sull'Atalanta (foto: Agenzia Fotocronache)

Simone Padoin con i figli appena dopo la vittoria conclusiva sull’Atalanta (foto: Agenzia Fotocronache)

“Non era scontato ritrovarsi dopo Genova, contro la Sampdoria eravamo completamente scollegati”. Parole e musica di Simone Padoin, centrocampista classe 1984 che è stato tra i migliori della stagione del Cagliari, dove conta di rimanere. “Il mio contratto scade nel 2019, sto benissimo qui come la mia famiglia e non penso ad un futuro altrove, men che meno lontano dall’Italia e dalla mia famiglia”.



Alla Gazzetta dello Sport, Padoin rivive il film di un campionato che per i rossoblù è stato di sofferenza enorme. “Dopo la partita di Genova serviva almeno una vittoria, a Firenze abbiamo fatto una vera impresa, ma già contro la Roma si è vista una reazione frutto della voglia di dare tutto quello che avevamo. Dopo il buon inizio con Rastelli – spiega – c’è stato il primo blackout, con Lopez ci fu un primo miglioramento e per come si era messa è stato giusto cambiare guida tecnica. Nel finale abbiamo avuto troppe battute d’arresto. Dovremo imparare dagli errori fatti, ci siamo sentiti al sicuro troppo presto e poi non è facile riattaccare la spina, dall’undicesimo posto in giù i numeri dicono che la differenza tra le squadra è stata minima e tutte hanno avuto problemi”.

“Il rammarico – continua Padoin – è stato quello di non avere continuità, contro Torino, Genoa e Verona dovevamo chiudere i discorsi, contro Chievo e Bologna siamo stati molli, ma il gruppo ha dimostrato di esserci sempre. I migliori? Barella la sorpresa, Faragò e Cragno straordinari”.



Altre notizie relative

Piccoli batte Cagliari, gioia Atalanta A Mandas la Primavera di Canzi capitola nel finale | CRONACA E TABELLINO
Barella: “Sono parte di un popolo” Le parole del centrocampista cagliaritano a Sportweek
Ceppitelli: “Fiorentina, io e il Cagliari stiamo bene!” Il difensore elogia Maran, Srna e Bradaric: "Ora siamo maturi"

...e tu cosa ne pensi?

300