.

.

L’assemblea della Lega Serie A ha approvato all’unanimità la delibera per la risoluzione del contratto con Mediapro, che a febbraio aveva vinto il bando per rivendere i diritti tv del campionato come intermediario indipendente, senza però presentare la fideiussione necessaria. Ora gli spagnoli hanno sette giorni di tempo per presentare la fideiussione (1,2 miliardi di euro) in questione, richiesta dai club che non hanno ritenuto sufficienti le garanzie presentate.



Passa dunque la linea sostenuta da Miccichè e Malagò, dopo che le votazioni della settimana scorsa non avevano visto raggiungere i numeri per l’approvazione. Il vice commissario della Lega, Paolo Nicoletti, avrebbe sottolineato che la garanzia presentata da Mediapro era condizionata alla piena commerciabilità dei diritti tv e alla realizzazione del canale, uno scenario – ha aggiunto l’avvocato – con alti livelli di incertezza per i club, stando alle indiscrezioni. Il consigliere della Roma, Mauro Baldissoni, a quanto si apprende, ha chiesto di mettere a verbale che il club giallorosso si sarebbe riservato di chiedere i danni, non solo a Mediapro ma anche a chi avrebbe impedito alla Lega Serie A di poter di nuovo disporre dei diritti. Lo scenario più probabile è che ora la Lega provveda a rimettere su mercato i diritti tv del campionato con trattative private, con Sky pronta a tornare in gioco.

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono: