Un'istantanea di Arzachena-Pisa dell'ultima stagione (foto

Un’istantanea di Arzachena-Pisa dell’ultima stagione (foto

Tutto in standby a livello tecnico, perché – afferma il presidente Menio Fiorini a La Nuova Sardegna – “la priorità è avere lo stadio Biagio Pirina omologato per giocarvi la prossima stagione”. Dopo aver sfiorato il sogno di tornare a casa nella parte finale della Serie C 2017/2018, l’Arzachena ora non vuole più sbagliare sul fronte infrastrutturale. “Di tutti gli aspetti tecnici – dice Fiorini – si parlerà a tempo debito, il direttivo sta lavorando in tal senso”. Di più, insomma, non è dato sapere, con la dirigenza che opera sotto traccia per mettere in piedi la squadra del futuro. Tra nuove facce e addii (mister Giorico e qualche senatore, dopo Vano passato al Carpi?) l’Arzachena nei prossimi due mesi prenderà forma.



Altre notizie relative

Penalizzazione Arzachena confermata ma… La Procura Federale abbassa l'inibizione per Fiorini e Altana
Giorico: “Errori inaccettabili” Il tecnico smeraldino dopo il KO di Pisa
Arzachena inesistente, tutto facile per il Pisa Il racconto in tempo reale e il tabellino di Pisa-Arzachena

...e tu cosa ne pensi?

300