Alberto Cerri (ora al Perugia) nei festeggiamenti per la promozione del Cagliari

Alberto Cerri (ora al Perugia) nei festeggiamenti per la promozione del Cagliari

Sono tanti i giovani che sull’asse Cagliari-Juventus diventano oggetto di discussione tra le due dirigenze, notoriamente molto vicine per affinità generali. Nelle ultime ore i contatti si sono rinsaldati, anche se di fatto il filo diretto non si interrompe mai. Non solo il nordcoreano Han al centro dei colloqui, con l’ex Perugia che dovrà cambiare passo dopo una seconda parte di stagione deludente, ai margini per guai fisici e forse figlia anche del frastornamento dovuta ai rumors.



I vari Romagna (passato a titolo definitivo in rossoblù un anno fa ma chiaramente sotto la lente juventina), Barella (sul quale la Juventus ha forte concorrenza), Mandragora (il Cagliari e altre medio-piccole se lo contendono), Biancu (dovrebbe giocare un altro anno di maturazione a Olbia), Audero (ottima stagione da portiere titolare a Venezia) e Portanova (centrocampista figlio d’arte) sono i più gettonati. Più grande di questi, e ormai da tempo protagonista nel calcio dei grandi, è Alberto Cerri. Il gigante d’attacco, classe ’96, piace eccome al Cagliari, che pensa a riportarlo in Sardegna dopo l’annata da comprimario in Serie B (2015/2016). Potrebbe essere lui il panzer di supporto (o vice) per Pavoletti, trovando finalmente la Serie A dopo i vari apprendistati. L’ultimo, non ancora concluso (ci sono i playoff col primo turno proprio contro Audero), sta andando in scena con ottimi riscontri a Perugia.

Altre notizie relative

Cagliari, Cerri sul trampolino L'attaccante parmense pronto a sostituire Pavoletti
Lotta agli infortuni: la nuova sfida di Maran Col Napoli tante defezioni per infortuni e squalifiche
Giulini: “Barella via subito? No! Fiducia sullo stadio” Il patron rossoblù a 360° sull'universo Cagliari

...e tu cosa ne pensi?

300