Michele Vano (foto: Sandro Giordano)

Michele Vano (foto: Sandro Giordano)

Ecco il pagellone dell’Arzachena relativo alla stagione 2017/2018! Di seguito i voti agli attaccanti

CLICCA QUI – Il pagellone completo!

Vano 8 Piedi da ballerino racchiusi in 191 centimetri di potenza purissima. Arrivato in punta di piedi il giaguaro smeraldino si è fatto spazio fino a rendersi indispensabile nell’economia della squadra, garantendo un appoggio costante ai rilanci dalla difesa nei momenti di difficoltà ma anche tanti fraseggi nello stretto e movimenti nello spazio, risultando cliente scomodissimo per qualsiasi difesa del girone. A penalizzarlo, paradossalmente, l’atteggiamento di molti arbitri, ma è ugualmente tra le note più liete della stagione. Mette in archivio una stagione da 8 gol e 6 assist. L’approdo in Serie B, al Carpi, ci sta tutto.



Sanna 6.5 Nell’anno del ritorno tra i professionisti e con l’intenzione di dimostrare a tutti di poterci stare, il bomber di Donigala firma 8 centri e mostra una nuova attitudine al sacrificio a favore della squadra, con tanto lavoro in fase di pressing sui portatori di palla avversario che – inevitabilmente – lo rende meno lucido e presente in fase di conclusione. Finale di stagione in netto calo, con ultimo gol siglato a febbraio nella roboante vittoria casalinga col Piacenza. Resterà nelle statistiche lo score di 8 gol e 3 assist. L’età non è più verde, potrebbe rimanere tra i professionisti con un ruolo alla Altafini, oppure monetizzare ancora un bel po’ in qualche ambizioso progetto dei dilettanti.

Altri 6 Difficile valutare singolarmente i vari Esposito, Maestrelli, Taufer, Aiana, Cardore e Musto. I quali – chi perché molto giovane, chi perché assegnatario di ruolo marginale o perché arrivato a gennaio -, hanno avuto poche occasioni per mettersi in mostra. Bravi, comunque, tutti a farsi trovare pronti nel momento in cui sono stati chiamati, con tanto di gioia del gol per Taufer e Musto.

I PORTIERI

I DIFENSORI

I CENTROCAMPISTI

L’ALLENATORE E LA SOCIETA’

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono: