Giuseppe Nuvoli (foto: Sandro Giordano)

Giuseppe Nuvoli (foto: Sandro Giordano)

Ecco il pagellone dell’Arzachena relativo alla stagione 2017/2018! Di seguito i voti ai centrocampisti.

CLICCA QUI – Il pagellone completo!

Bonacquisti 6.5  Capitano sfortunato perde metà campionato per l’infortunio rimediato a Pisa ad ottobre, proprio dopo aver siglato il gol vittoria contro il Monza ed aver già dato l’impressione di aver trovato le misure alla categoria. Torna a gennaio, in tempo per mettere a segno un altro gol pesantissimo, in trasferta a Pontedera, prima che nuovi problemi fisici lo tengano fuori a febbraio e marzo. Ritorna per il rush finale giocando anche da difensore centrale nella trasferta contro il Pro Piacenza, che sancisce la salvezza matematica. Nel travaglio ha dato comunque l’impressione di poter dire la sua, il suo pieno recupero sarà il primo acquisto per l’Arzachena.

Nuvoli 8.5 Uomo ovunque. Descrivere quello che ha fatto per tutto l’anno può sembrare un’esagerazione ma dalla prima all’ultima partita dell’anno ha garantito ripiegamenti difensivi, incursioni nella trequarti avversaria, lucidità in ogni giocata in qualsiasi zona del campo e mai un atteggiamento fuori luogo. Nello score di fine anno 4 gol, di cui tre decisivi, cinque assist e la palma di più presente in campo con oltre 3 mila minuti in 35 presenze.



Casini 6.5  Stagione in chiaroscuro per il geometra ferrarese, che ha alternato prestazioni di carattere e sostanza ad altre meno lucide, pur meritando la sufficienza complessiva. In un ruolo nevralgico come quello del play basso, e toccando una quantità colossale di palloni, a volte si è limitato alla semplice gestione per non correre rischi. Prudenza che non sempre ha pagato. Complessivamente bilancio positivo.

Lisai 6.5 Annata a corrente alternata per l’ala sassarese. Incostante e poco incisivo per buona parte della stagione, è andato in crescendo negli ultimi mesi, proprio quando la squadra annaspava, riuscendo ad incidere nelle partite con buone giocate e tre dei quattro gol stagionali.

Bertoldi 7 Prima alternativa per l’assetto biancoverde, l’esterno romano è stato schierato 19 volte da titolare e 11 come subentrante per provare a cambiare l’inerzia del match, ricoprendo un po’ tutti i ruoli del centrocampo e a volte anche della prima linea. Volenteroso e generoso, non si è mai risparmiato, lasciando il segno anche sul tabellino con 3 reti, tra cui il gol vittoria a Cuneo, e 2 assist.

Curcio 7.5 La fantasia al potere. Ci son stati momenti della stagione in cui il numero 10 biancoverde ha letteralmente inventato calcio, con giocate ad effetto utili all’economia della squadra, oltre che gol ed assist fondamentali per la classifica, tanto che anche le big hanno bussato alle porte chiedendo informazioni ricevendo in cambio un cortese rifiuto. Finale di stagione in evidente calo, forse sia fisico che psicologico, dopo tanti mesi sulla cresta dell’onda. Ma al ritorno tra i professionisti manda un archivio uno score di 13 reti (3 rigori) e 9 assist.

I PORTIERI

I DIFENSORI

GLI ATTACCANTI

L’ALLENATORE E LA SOCIETA’



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono: