Tomas Ress in maglia Reyer Venezia: dopo gli inizi bolognesi, si formò in Texas e poi passò a Pesaro, Reggio Emilia, Siena (lunga epopea di trionfi) e Venezia

Tomas Ress in maglia Reyer Venezia: dopo gli inizi bolognesi, si formò in Texas e poi passò a Pesaro, Reggio Emilia, Siena (lunga epopea di trionfi) e Venezia

Con l’eliminazione della Reyer Venezia campione d’Italia, nella tiratissima semifinale Scudetto contro Trento, appende le scarpette al chiodo Tomas Ress. Un monumento del basket italiano, protagonista negli ultimi tre lustri a suon di trionfi (5 Scudetti, 3 Coppe Italia, 6 Supercoppe, 1 Oro ai Giochi del Mediterraneo 2005 e 1 FIBA Europe CUp oltre ad una marea di battaglie ad altissimo livello), grande esempio dentro e fuori dal campo. L’ala altoatesina lascia il basket giocato a 38 anni, dopo aver comunicato la decisione ad aprile, per via dei dolori (retaggio di una carriera splendente) sempre più difficili da lenire e gestire.



Oltre alle grandi qualità tecniche e umane, che sicuramente torneranno utili al mondo cestistico con Ress in altre vesti, forse non tutti sanno che per quanto riguarda il calcio Tomas è un grande tifoso del Cagliari. Una curiosità bizzarra, anche se sono tantissimi i sostenitori rossoblù non sardi e privi di legami di sangue o parentali con la Sardegna, ma che deriva dagli inizi di carriera. Ress, infatti, ha spesso raccontato (anche in questa intervista a SardegnaSport.com) come faccia il tifo per il Cagliari da 15 anni, da quando cioè in un collegio un cuoco sardo gli regalò una sciarpa rossoblù. “In realtà di calcio non capisco molto, anche per motivi fisici non è proprio il mio sport”, ha sempre detto Ress, che però se una squadra deve simpatizzare non ha dubbi sulla scelta.

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono: