Arzachena-Olbia della stagione 2017/2018

Arzachena-Olbia della stagione 2017/2018

Dopo i movimenti ufficiali delle scorse settimane, il discorso delle seconde squadre nel calcio italiano non è più rimandabile e resta centrale nei tavoli tecnici ed istituzionali. Il panorama della prossima Serie C, in particolare il girone A dove dovrebbero rimanere le due sarde Olbia e Arzachena, è ancora in divenire. Sia per i problemi economici di alcune realtà sia per la probabile chiusura di altre come il Pro Piacenza, con il presidente Burzoni pronto a ridimensionare e lasciare il calcio professionistico, o ancora le fusioni (vedi Bassano-Vicenza) all’orizzonte. Sono 60 i posti nella terza serie 2017/2018 (3 gironi da 20), la sequenza del ripescaggio prevede il seguente ordine di priorità: squadra B, società di C, società di LND, e via fino all’esaurimento dei posti.



Il punteggio per la graduatoria in vista delle squadre B sarà dato dal numero di calciatori convocati nelle Nazionali Italiane dalla Under 21 alla Under 15 (valore 40%), dalla classifica finale dell’ultimo Campionato (valore 30%), dal numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2012/2013 alla stagione 2016/2017 (valore 30%). Il punteggio finale, dunque, si otterrà con il seguente calcolo: punteggio convocazioni Nazionali x 0,4 + punteggio classifica finale x 0,30 + punteggio numero medio spettatori x 0,30.

In caso di parità di punteggio nella classifica finale, prevarrà la società meglio classificata secondo il criterio di cui alla lettera B). Le società di Serie A, per integrare l’organico del Campionato Serie C 2018/2019 con le loro Seconde squadre, dovranno versare un contributo straordinario alla Lega Italiana Calcio Professionistico di euro 1.200.000,00. Con successivo Comunicato Ufficiale saranno stabiliti i termini e le procedure per richiedere l’integrazione dell’organico del Campionato Serie C 2018/2019.

La classifica dei club di Serie A, in ottica seconde squadre, vede in testa l’Inter davanti a Juventus e Milan, quindi Roma, Atalanta, Fiorentina, Napoli, Torino, Lazio, Genoa, Sampdoria, Sassuolo, Sampdoria, Udinese, Chievo Verona, Empoli, Bologna, Cagliari, Spal, Parma.

Dando uno sguardo a quello che sarà il prossimo girone A, se non dovessero cambiare i modi di compilazione rispetto al 2017, Olbia e Arzachena potrebbero trovarsi di fronte le solite, tante toscane ma soprattutto molte rappresentanti del calcio del nord-ovest italiano. Promosso il Livorno, retrocesse Gavorrano e Prato, in arrivo dalla Serie B ci sono infatti Virtus Entella, Novara e Pro Vercelli. Nelle prossime mese, dopo i verdetti del campo e alla luce delle decisioni burocratico-amministrative (che ci hanno abituato a vedere mutati non poco organici e calendari), conosceremo il nuovo lotto di partecipanti.



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono: