Walter Bressan (foto Chievo Calcio)

Walter Bressan (foto Chievo Calcio)

Con l’addio di David Dei, non confermato al termine delle trattative che lo vedevano parlare con Giulini di un triennale da preparatore dei portieri della società, per il Cagliari si è aperta la caccia al sostituto dell’aretino. Sarà promosso, dal settore giovanile, Antonello Brambilla, arrivato con la gestione Beretta (che si chiude il 30 giugno col passaggio al Milan dell’ex mister), ma il nuovo allenatore Rolando Maran dovrebbe portare con sé anche l’ex portiere Walter Bressan, tra i collaboratori tecnici di fiducia.



Bressan, nato a Oderzo (Brescia) ha appeso i guanti al chiodo al termine della passata stagione dopo 1 presenza in Serie A e oltre 280 nella cadetteria. Estremo difensore di grande esperienza, ha fatto parte dei clivensi dal 2015 al 2017 col ruolo di terzo portiere: è un uomo di fiducia di Maran, già con lui nel 2011/2012 nell’eccezionale stagione del Varese che sfiorò la promozione in Serie A (sconfitta ai playoff dalla Sampdoria).

Resterà allenatore della Primavera Max Canzi (leggi qui), alla quarta stagione alla guida della squadra, come da lui sempre desiderato, separandosi così dal suo mentore Beretta. Curiosità per le altre cariche di allenatore (e non) nel settore giovanile. David Suazo è diretto a Brescia fortemente voluto da Massimo Cellino, anche se nei programmi iniziali (di Beretta) l’idea sarebbe quella di continuare col suo gruppo che passerà nell’Under 17. Qui l’allenatore era Martino Melis, che dopo aver assaporato l’idea Primavera potrebbe spostarsi dalla panchina al ruolo di coordinatore, assieme a Erriu e Carli,  compito a lui ben noto dai tempi di Empoli.



Altre notizie relative

▶ Maran: “Formazione? E’ solo martedì…” Il tecnico rossoblù parla in occasione degli USSI
Castro: “Giulini, non ti pentirai di avermi preso” Le parole del centrocampista del Cagliari
Super Barella, orgasmo Italia! Grande prova del cagliaritano in Polonia-Italia a Chorzow

...e tu cosa ne pensi?

300