07-06-2018, Cagliari, Sardegna Arena, Calcio, Serie A 2018-19, Conferenza stampa presentazione Mister Rolando Maran. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache. Nella foto: Marcello Carli

07-06-2018, Cagliari, Sardegna Arena, Calcio, Serie A 2018-19, Conferenza stampa presentazione Mister Rolando Maran. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache. Nella foto: Marcello Carli

La presentazione ufficiale a stampa e tifosi di Rolando Maran, nuovo allenatore del Cagliari, non è stata l’unico tema della giornata rossoblù del 7 giugno. A prendersi la scena è stato anche Marcello Carli direttore sportivo della società di via Mameli, in carica dal 10 aprile. Da subito, l’ex dirigente dell’Empoli aveva dato l’impressione di essere un vero e proprio personaggio, totalmente fuori dagli schemi, l’uomo forte del quale si sentiva il bisogno. Istrionico e diretto, praticamente l’opposto dell’ex Sassuolo, che poi un direttore sportivo non era: presso il sodalizio neroverde, infatti, ricopriva la carica di capo del settore scouting e ora, forse, si prospetta per lui un posto da DS degli emiliani. Carli ci ha messo la faccia fin da subito, pur essendo l’ultimo arrivato. Un sostanzioso pezzo della tribolata salvezza appartiene anche a lui.

LEGGI TUTTE LE NEWS SUL CAGLIARI! – CLICCA QUI



ONE MAN SHOW – Il timido ed emozionato Maran, onorato di sedere sulla panchina dei sardi, è sovente passato in secondo piano rispetto all’esuberanza del direttore toscano. Puro, ironico e frizzante: sono queste le caratteristiche dell’uomo forte degli isolani. Carli ha saldamente preso le redini dell’ambiente e ha imparato rapidamente a tastare gli umori della piazza, infondendo sicurezza e rispondendo in prima persona per conto della società anche dopo prestazioni fortemente deludenti come quella offerta in trasferta con la Sampdoria. Non si fa problemi nel sostituire il presidente Giulini quando ha la febbre e ti guarda dritto negli occhi quando parla: pane al pane, vino al vino. Il direttore denota un abile uso del bastone e della carota. Proprio di ciò necessitava il Cagliari, in particolare nella forte burrasca attraversata nel finale della scorsa stagione, dove la Serie B sembrava così vicina. Arrivato in Sardegna con la voglia di rompere le scatole agli altri, pure a Tommaso Giulini. Non si nasconde dietro a un dito e manifesta con entusiasmo la sua idea di calcio (propositivo) unita alla irrefrenabile voglia di sognare e, perché no, prendersi anche una bella sbronza dopo una vittoria sofferta, pur senza mai perdere il contatto con la realtà.



E CHE CARLI! – Un “avvertimento” è arrivato anche a Joao Pedro nella conferenza di presentazione del nuovo allenatore. “Sarà il più importante acquisto” dice Carli, il quale è determinato a ritrovare nella testa del fantasista brasiliano le giuste motivazioni per essere nuovamente utile alla causa rossoblù. Il direttore sportivo del Cagliari non si fa problemi a dare del “coglione” al suo nuovo allenatore, ovviamente in modo bonario. Ma il tecnico trentino pare aver già capito l’antifona e sorride divertito, scambiando qualche battuta durante la presentazione, in piena sintonia col toscano. C’è voglia di far bene e ora sì, anche la fiducia dell’ambiente, in particolare nei confronti del dirigente ex Empoli. E i social ne sono testimoni: tutti pazzi per Marcello Carli! C’è chi lo ritiene il più importante acquisto dell’ultimo campionato, qualcuno già del prossimo, altri addirittura, travolti dall’entusiasmo, lo ritengono il miglior colpo dell’era Giulini. Insomma, il rock puro e duro del sanguigno toscanaccio ha già fatto strage di cuori fra i tifosi rossoblù. Quello del 7 giugno è stato un mini-show dove, di fatto, non ci sono state notizie. Una melina con abilità ed esperienza nello svicolare elegantemente da alcuni temi, al netto di due o tre risposte frizzanti. Ora si attendono i fatti, i primi gesti reali col suo mercato, al di là dell’intraprendenza in sala stampa. Agire sul campo per blindare definitivamente il suo posto nei ricordi di tutti i cagliaritani, provando a sognare tutti insieme un futuro roseo. Ovviamente, sempre pronti a prendersi una sbornia epocale al raggiungimento di importanti successi.

Mattia Marzeddu



Altre notizie relative

▶ Maran: “Formazione? E’ solo martedì…” Il tecnico rossoblù parla in occasione degli USSI
Castro: “Giulini, non ti pentirai di avermi preso” Le parole del centrocampista del Cagliari
Barella-Giulini-Cagliari, tra raziocinio e utopia Ambizioni del calciatore, idee del presidente, valore che cresce esponenzialmente: cosa succederà?

...e tu cosa ne pensi?

300