Diritti TV

Diritti TV

L’assemblea di Lega dell’8 giugno sarà ricordata per la probabile rivoluzione sui diritti televisivi per il triennio 2018/2021. La strada che potrebbe essere percorsa è quella della vendita per prodotto con tre pacchetti differenti: tali pacchetti non potranno essere comprati in toto, col singolo operatore che potrà aggiudicarsi al massimo due pacchetti. Resta salva la possibilità di accordi commerciali tra i licenziatari che potranno far si che la trasmissione del pacchetto “mancante” vada sulla propria piattaforma, evitando all’utente di pagare due abbonamenti per godere dell’intero campionato.



La scelta della vendita per prodotto potrebbe portare a un introito maggiore di 300 milioni rispetto alla vecchia vendita per piattaforma. I pacchetti saranno costruiti in base alle fasce orarie che saranno modificate in questo modo:

SABATO                                          DOMENICA                                                LUNEDI’

15:00 (PACCHETTO 2)               12:30 (PACCHETTO 3)                               20:30 (PACCHETTO 2)

18:00 (PACCHETTO 1)               15:00 (tre gare, una per pacchetto)

20:30 (PACCHETTO 3)               18:00 (PACCHETTO 2)

20:30 (PACCHETTO 1)

L’altra novità riguarda le immagini degli highlights sulle televisioni in chiaro. Le azioni migliori e i gol della giornata non potranno essere trasmessi prima delle 22:00 o comunque 3 ore dopo la partita. Tuttavia i TG potranno utilizzare le azioni per la cronaca dei servizi.

Altre notizie relative

Tragedia Genova, due rinvii per la prima di Serie A La prima giornata di campionato si giocherà ad eccezione delle gare delle squadre liguri
Serie A: si parte il 19 agosto, fine dicembre infuocato Varata la pausa invernale nella prima metà di gennaio
Diritti tv del calcio, la Lega boccia Mediapro Torna in ballo Sky per la complicata assegnazione

...e tu cosa ne pensi?

300