Pino Tortora in panchina (foto: Alessandro Sanna)

Pino Tortora in panchina (foto: Alessandro Sanna)

Appuntamento domenica alle 14.30 a Bastia Umbra, per una Torres che deve completare la stagione diventata via via ai limiti della perfezione. C’è da difendere l’1-0 dell’andata, contro un Cannara agguerrito e temibile, ma comunque inferiore per quello che si è visto al “Vanni Sanna”. E’ l’ultima gara stagionale, comunque vada, dopo la quale tanti discorsi sul futuro potranno essere aperti. Ma intanto la Torres dovrà acciuffare sul campo la Serie D, per evitare ogni tipo di complicazione su quella strada.



LA FORMAZIONE – Squalificato Scioni, sarà proprio il match winner dell’andata, il giovane Francesco Bianco, a sostituirlo in mezzo al prato verde umbro, con Piga e Mannoni. Accanto a Spinola e Sarritzu, insostituibili in questa categoria, Tortora dovrà optare per Buba Diouf o Chelo. In difesa, davanti al recordman Pinna, spazio a Casu, Minutolo, Merenda e Spanu (o Chessa).

PAROLA A TORTORA – «Stiamo lavorando come sempre – dice Pino Tortora a due giorni dal match – però è chiaro che domenica a fare la differenza saranno le motivazioni a la voglia di vincere. I ragazzi lo sanno e sentiranno la presenza dei tanti tifosi che ci seguiranno nella trasferta in Umbria. Vogliamo questa promozione e faremo di tutto per prendercela. All’andata è vero che abbiamo sprecato tanto – continua il tecnico rossoblù, come riporta La Nuova Sardegna – ma bisogna tenere conto che veniamo da una lunghissima serie positiva, che siamo alla fine della stagione e che nel calcio capita di sbagliare. Qualcuno, forse, ha giocato un po’ meno bene di sempre ma va capito e giustificato. Anche domenica abbiamo disputato una grande gara dimostrando di essere superiori ai nostri avversari. Potevano chiudere con tre o quattro gol di vantaggio ma va bene anche così. Abbiamo vinto e adesso difenderemo il nostro vantaggio nella gara di ritorno».



Altre notizie relative

Torres, non tutto è da buttare L'analisi sui rossoblù dopo il KO con un Lanusei pimpante e quadrato
“La strada è ancora lunga” Le parole di Tortora, Peana e Sarritzu dopo la sconfitta col Lanusei

...e tu cosa ne pensi?

300