Un'istantanea dell'ultima edizione

Un’istantanea dell’ultima edizione

A pochi giorni dalla fine di un’edizione tiratissima con appena 7 decimi di secondo che hanno separato il vincitore Thierry Neuville da Sebastian Ogier, il Rally Italia Sardegna guarda già al 2019: sarà ancora molto probabilmente Alghero il quartiere generale, ma ci sono nubi all’orizzonte in vista per la gara in terra sarda. L’incerta dinamica del rally, tra i più belli degli ultimi anni, e la bellezza dei percorsi potrebbe però non bastare per trattenere la manifestazione iridata nell’Isola: secondo quanto raccolto da Autosport.com da una fonte vicina ai vertici ACI, la prossima edizione sarà ancora in Sardegna probabilmente con uno spostamento di data (settembre-ottobre), ma vi sarà lo spostamento nella terraferma nel 2020.



Sempre secondo quanto riportato dal giornale specializzato inglese, un team ufficiale sta spingendo per far cambiare già la sede di gara per la prossima edizione del 2019 a causa degli sforzi logistici maggiori dovuti all’insularità e del poco pubblico nei service park. Una situazione simile è stata vissuta anche in Corsica (tappa francese del WRC) che ha spinto il costruttore (Toyota?) a scrivere una lettera al presidente della FIA Jean Todt per prendere provvedimenti. Tutto ancora da verificare e discutere, ma c’è la reale possibilità che la Sardegna perda un evento di portata planetaria che crea un indotto notevole al suo turismo.

Matteo Porcu

Altre notizie relative

Salis e Demontis, un Catalunya da ricordare I due navigatori ci raccontano l'esperienza al rally mondiale
Demontis e Salis navigano nel WRC I due copiloti sardi correranno in Spagna
IL WRC DEI SARDI: Dettori-Pisano sono 17mi assoluti Bitti-Cottu colgono una bella 26a piazza

...e tu cosa ne pensi?

300