Salvatore Sechi e Antonio Carboni, presidente e vice presidente della nuova Torres (foto: Alessandro Sanna)

Salvatore Sechi e Antonio Carboni, presidente e vice presidente della nuova Torres (foto: Alessandro Sanna)

La notizia della pubblicazione dell’idea di progetto che coinvolgerebbe la Torres, il calcio e lo sport (si parla di polisportiva) made in Sassari, a firma degli imprenditori che in questi anni hanno sostenuto il Latte Dolce, ha sicuramente smosso tutto il mondo turritano tra tifosi, curiosi, appassionati e addetti ai lavori.

Sono ore di fermento, rinfocolatosi all’inizio di questa settimana dopo la calma di assestamento che aveva caratterizzato il periodo in cui la Torres si giocava la Serie D (poi conquistata) e i giorni immediatamente seguenti. Tam tam sui social, telefonate tra i diretti interessati e chi freme a vario titolo, incontri molteplici. Tra questi anche quello tra il presidente rossoblù Salvatore Sechi, il vice Antonio Carboni e alcuni rappresentanti di parte della Curva, da sempre molto vicini alla gestione Sechi, che non a caso ha sempre ringraziato e coccolato questa fetta di tifoseria torresina. Confronto, quello del tardo pomeriggio, nel quale le posizioni di Sechi e Carboni sono state vagliate in attesa di decisioni che andranno per forza di cose prese, la direzione poi si vedrà.



Intanto il mondo vicino a via Leoncavallo si è esposto, poche ore dopo le parole di Sechi a mezzo stampa. E un personaggio non certo irrilevante nella Torres di oggi – quel Gianfranco Satta che fu deus ex machina del vitale progetto Tergu di un anno fa – non ha mancato di dire la sua. “La Serie D è stata finalmente raggiunta – dice Satta – Dire no a questo progetto sarebbe pura follia, occorre dare seguito al progetto nato nel 2017 con il sostegno della comunità di Tergu (Satta è sindaco della cittadina dell’Anglona, ndr). Affinché questo rilancio divenga però definitivo, non si potrà prescindere dal dotarsi di un’organizzazione all’altezza delle sfide future. Come già detto in passato, la Torres merita importanti palcoscenici e, per ambire a ciò e scongiurare i vecchi scivoloni gestionali, occorre adeguare la società alle nuove mete”. Satta auspica che “la società sappia aprirsi, cogliendo le opportunità di collaborazione già pubblicamente manifestate da soggetti qualificati, donando alla città, al territorio e alla Sardegna tutta, un progetto sportivo all’altezza delle giuste aspettative dei tifosi e di chi ha dal principio creduto a questo progetto”.

Il documento diffuso da Satta sul proprio profilo Facebook

Il documento diffuso da Satta sul proprio profilo Facebook

Satta ha poi diffuso una foto di un documento a firma di Salvatore Sechi, ovvero la convocazione dell’Assemblea dei soci. Satta è socio assieme ai fratelli Sechi (Salvatore e Adelmo), Carboni, più due uomini a sé legati e che nei mesi scorsi aveva annunciato come dimissionari. “Di per se – scrive Satta -, già questa (la convocazione dell’assemblea, ndr), sarebbe una notizia, vista la natura gestionale di carattere individuale fino ad oggi condotta… Ma le vere notizie, purtroppo, sono ben più allarmanti! Si andrà a deliberare una fusione associativa che, allo stato attuale, non porterà alcun beneficio in termini di crescita sportiva e societaria ma, per logica conseguenza, esporrà la Torres solamente al forte rischio di ritornare alle cupe stagioni dei fallimenti e delle brutte figure. Si va verso un progetto senza futuro. Questo i tifosi lo devono sapere. Occorre vigilare, perché già da ora nell’ombra aleggiano soggetti che, pur non figurando ufficialmente, partecipano alla gestione e parlano a nome della Torres. Sappiamo bene come sono andate le cose negli scorsi anni. Gestioni sbagliate hanno portato a fallimenti societari e sportivi. Visto il noto legame con matricola FIGC “943057” state certi che, come vedrete, io cercherò di tenere alta l’attenzione…”, la chiosa sibillina (ma non troppo) di Satta.



Altre notizie relative

Sechi: “Torres, tutti parlano ma nessuno aiuta” Il presidente della Torres risponde così alle possibili entrate in società
Mercato dei sardi, Torres molto attiva Il punto sulle tante trattative che interessano squadre e calciatori sardi
Torres, ecco Lauria: “Impossibile rifiutare” Sarà disponibile già in casa dell'Albalonga

...e tu cosa ne pensi?

300