Carlo Rossi

Carlo Rossi

La data dei prossimi campionati europei giovanili si avvicina. Dal 15 al 24 luglio 2018 i migliori virgulti continentali in circolazione si ritroveranno Cluj Napoca (Romania) per un appuntamento su cui ciascuna nazione partecipante ripone tutti i frutti del lavoro svolto nell’intera annata agonistica. La delegazione italiana guidata dai tecnici Valentino Piacentini e Lorenzo Nannoni sarà composta sia dal team Cadet, sia da quello Junior nel quale sono stati convocati i due sardi marcozziani Carlo Rossi e Johnny Oyebode. Con loro anche i compagni di scuderia Marco Antonio Capuccio, che con Johnny ha condiviso la gioia per la promozione in serie A1, e Gabriele Piciulin retrocesso con l’ammiraglia di A1. Per Carlo, invece, sarà l’opportunità di dare un’identità ad un anno interlocutorio dove il bel gioco espresso, qualche volta, non è andato di pari passo con i risultati. Dalla prossima stagione lo attende un bel salto di qualità. Un club tedesco, il “FSV Mainz 05” di Magonza, l’ha ingaggiato per disputare la seconda divisione della Bundesliga. Non sarà un congedo definitivo dalla maglia rossa perché l’adolescente quartese potrà indossarla per l’attività nazionale individuale e juniores.



Dal 9 al 13 luglio Carlo, Johnny, Marco Antonio e Gabriele si ritroveranno al CPO di Formia assieme a Matteo Mutti. Seguirà la partenza verso la Transilvania. Inclusa nel girone D, l’Italia Juniores affronterà Svezia, Spagna e Slovenia.

ALL’OPEN DI CAGLIARI PRESENZE DI RILIEVO

SUL PODIO PIÙ ALTO SALGONO PUSCEDDU, PILI, BROCCIA E ZEDDA

Con l’inizio delle settimane balneari l’attività pongistica gradualmente volge al termine attraverso competizioni ufficiali come gli Open Città di Cagliari che ben interpretano il clima disteso di fine “lezioni”. Oltre settanta atleti hanno varcato la soglia del mitico Palatennistavolo di via Crespellani dove gli esperti anfitrioni della Marcozzi hanno riservato una due giorni molto aggregante e spensierata. Ovviamente c’era anche chi faceva sul serio, meritandosi ampiamente i successi.

Sabato si comincia con il Singolo maschile/femminile Over 1000/100 con 22 iscritti in rappresentanza di nove società.

Vince un sempre più motivato Francesco Broccia del TT Guspini, bravo nella finalissima ad arginare gli attacchi del veterano Mariano Cossellu (TT La Saetta Quartu), 42 anni più grande. In precedenza il vincitore si era sbarazzato di Andrea Zuccato (Monserrato) al quinto, e di Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi). In semi travolge anche Maurizio Piano (Azzurra Cagliari). Va a medaglie anche il suo papà e compagno di team Massimiliano che ha il merito di aver estromesso ai quarti il forte Marco Pisu (Monserrato) che conduceva per due set a zero; poi però si è arreso a Cossellu dopo 5 set. Approdano fino ai quarti i due monserratini Gian Luca De Vita e Giuseppe Lepori.

“Pur allenandomi poco sto attraversando un bel periodo di forma – ammette Francesco Broccia – perché amo questo sport che incanta per la sua bellezza e mi permette di tirar fuori un quantitativo di grinta non indifferente. Nell’Open cagliaritano mi sono piaciuto tanto nelle prestazioni che mi hanno visto opposto ad Ara e Piano. In entrambi i casi ero talmente motivato che gli ho aggrediti subitaneamente, non consentendogli di opporre reazioni. In tanti mi dispensano consigli e ne faccio puntualmente tesoro in campo; infatti sono migliorato tantissimo, specie nel movimento con le gambe. Penso sempre a divertirmi e nei prossimi anni vorrei disputare un campionato adatto alle mie caratteristiche e che mi consenta di portare a casa qualche vittoria per la mia società. Saluto tutta la Sardegna del tennistavolo e spero di rincontrarci l’anno prossimo”.

L’indomani è la volta del Singolo M/F Over 4000/300 con 33 iscritti. In questo caso a gioire più degli altri è stato Pietro Pili del San Orione Rosmarino che in tre set ha liquidato in finale una sempre più sorprendente tredicenne Beatrice Mozzi (Quattro Mori Cagliari). Prima del match decisivo l’atleta sulcitano aveva sgominato Alessio Picciau (La Saetta), il suo piccolo compagno di scuderia Federico Ibba e in semifinale Marco Sanna del Torrellas Capoterra. Beatrice si è fatta strada eliminando Simone Sebis (La Saetta), in cinque set Marco Lai (San Orione Rosmarino) e in semifinale Massimo Carta (Torrellas Capoterra). Tra i primi otto anche Tomaso Fenu (TT Decimomannu) e il saettino Matteo Lorrai.

“È stato un bellissimo torneo stancante, avendo fatto anche quello della mattina – ha dichiarato Pietro Pili – dove ho affrontato avversari molto determinati e difficili da superare. Nei quarti di finale mi sono battuto con Federico, un compagno di squadra giovanissimo ma molto promettente. In semifinale ho affrontato un durissimo Marco Sanna spuntandola per 3/1. In finale non faccio fatica ad ammettere che Beatrice fosse tecnicamente superiore. Ma con grande attenzione e testa sono riuscito disputare una partita più favorevole al mio gioco vincendola per 3-0”.

A due anni dal rientro nel mondo pongistico isolano, dopo 26 di interruzione, Celestino Pusceddu del Torrellas Capoterra riesce ad aggiudicarsi il torneo Open Over 2500/200 con 31 iscritti. “Il risultato arriva insperato – commenta il vincitore – come ciliegina sulla torta, nella due giorni di tennistavolo alla Marcozzi. La nostra squadra riesce ad aggiudicarsi complessivamente 4 podi: due terzi posti con Massimo Carta e Marco Sanna nel torneo Over 4000, un secondo posto con Jacopo Pusceddu nel torneo giovanile ed il mio primo posto nell’Over 2500. Tutto ciò, dopo la promozione in D1 del campionato a squadre, e il terzo posto di Licio Rasulo nel Torneo Veterani di Decimomannu di qualche mese fa. Tutti questi risultati ci incoraggiano e gratificano del lavoro svolto in tutta la stagione. Buone prove sono poi arrivate dagli altri nostri compagni di squadra: Marco Carboni, Antonio Cingolani e Antonello Migliaccio. Il loro livello di gioco sta crescendo di mese in mese e tra non molto potranno levarsi delle belle soddisfazioni”.

La cronaca del percorso vincente affrontato negli Over 2500 è analizzata dallo stesso atleta capoterrese. “Nel girone incontro Marco Lai di Carbonia e Alessio Picciau della Saetta. Marco Lai è sicuramente uno dei più forti del torneo e riesco a spuntarla solo di misura. Anche il simpatico Alessio mi fa sudare parecchio. Nel tabellone ad eliminazione diretta incontro subito Fabiano Peddis di Arbus (TT Guspini) che per mia fortuna ha una spalla dolorante e non può esprimersi al meglio. Successivamente Sebastiano Urrai di Oristano. Non ho mai incontrato Sebastiano e dopo aver perso il primo set capisco che devo usare tutta la mia concentrazione e pazienza per riuscire a passare il turno. In semifinale devo vedermela con il promettente Matteo Lorrai della Saetta. Matteo nel torneo è stato l’artefice dell’eliminazione di due pezzi da novanta: Antonio Ledda e Giovanni Pomata. In quest’ultimo anno ha fatto passi da gigante, ed esprime un gioco molto spettacolare fatto di top di dritto e rovescio dalla lunga e media distanza. Allora gioco molto guardingo senza farlo tirare eccessivamente. Mi aggiudico l’incontro con la consapevolezza che la prossima volta sarà sicuramente molto più dura. La finale del torneo mi vede opposto all’esperto Luciano Macrì del San Orione Rosmarino. Luciano è un giocatore molto solido e, particolare da non sottovalutare, un conoscitore profondo del nostro sport. Se avete dei dubbi sul materiale da utilizzare per il vostro gioco, sicuramente il suo parere è da prendere in considerazione. L’incontro è molto equilibrato, dopo i primi due set che mi aggiudico, Luciano rientra con prepotenza in partita aggiudicandosi il terzo set con un aggressivo gioco d’attacco. Il quarto set è una lotta punto a punto ma alla fine riesco a far mio l’incontro. Ad onor del vero Luciano è sicuramente stanco per la sfida tutta in famiglia in semifinale con il suo compagno di squadra Vito Moccia. Con una bella stretta di mano ci diamo appuntamento alla prossima battaglia. Che dire? Bellissima giornata di sport trascorsa tra amici. Alla prossima.PS: il presidente della Marcozzi Raffaele Curcio mi deve una Toyota Yaris”.

Tra i primi otto anche Emanuele Marras (TT Oristano).

Infine si sono ritrovati in quattordici per la competizione del Singolo Giovanile maschile e femminile. Vince a sorpresa Cristiano Zedda del TT Oristano Note sportive che non era incluso neppure tra le otto teste di serie. Il quasi tredicenne di Sanluri supera a mani basse il suo girone e poi nel tabellone inanella tre successi insindacabili con Oriano Pusceddu (Torrellas), Mattia Pala (La Saetta) e in finale con Jacopo Pusceddu (Torrellas).

Sul podio sale anche Varis Lai della Marcozzi, mentre raggiungono i quarti di finale anche Mattia Pala (La Saetta), Zemgus e Dzintars Lai (Marcozzi).

“Già dai regionali giovanili di Muravera – dice il presidente dell’ASD Note Sportive Sanluri Daniele Vacca – i nostri atleti si stanno mettendo in mostra. Ma la vera sorpresa è arrivata in questo Open di Cagliari con Cristiano Zedda che sia in semifinale, sia in finale non ha ceduto neppure un set ai suoi avversari. Siamo felici per lui, ha preso in mano la racchetta appena nove mesi fa, anche se a casa sua, avendo un tavolo, si diletta con il fratello e col padre. Sono riuscito a coinvolgerlo negli allenamenti insegnandogli i fondamentali. E anche in palestra si è subito distinto per la sua propensione alla disciplina, soprattutto nel controllo della palla; ma si esprime discretamente sia sul dritto, sia sul rovescio. Al Palatennistavolo è stato impensierito maggiormente dal saettino Mattia Pala, avversario molto sportivo, educato e dotato di un forte senso del fair play. Dopo la finale Cristiano non credeva a ciò che era appena accaduto. Poi lo ha realizzato quando ha stretto tra le mani la coppa e durante la festicciola che ho organizzato nella mia casa a Sanluri alla fine del torneo. Faccio i complimenti anche alla società Torrellas per la sportività, l’impegno e l’amicizia”.

VETERANI: ANA BRZAN CONQUISTA DUE TITOLI ITALIANI

EFISIO PISANO E ALESSANDRO PICCIAU AI MONDIALI A LAS VEGAS

Due sardi all’assalto di Las Vegas. Il medico in pensione cagliaritano – bosano Efisio Pisano (GS TT Alghero) e il presidente del Tennistavolo Monserrato Alessandro Picciau hanno sorvolato l’Atlantico per raggiungere la capitale del Nevada ed immergersi nella sua vivace vita notturna, non prima però di aver assolto ai loro compiti sportivi costituiti dai Campionati Mondiali Veterani. I tifosi isolani sperano che i due possano rientrare con risultati eclatanti, specie Pisano che ormai li ha abituati a performance molto importanti. Dall’Italia si muoveranno in 42.

Nei Campionati Italiani Veterani disputati a Porto Santo Stefano (Grosseto) l’atleta triestina in forza al Muravera TT Ana Brzan si è invece aggiudicata due ori: prima nel singolo femminile over 40/50, e poi nel doppio misto over 40/50 con Gianluca Mastroberti (Tennistavolo Ennio Cristofaro).

“Il titolo del misto lo stavamo inseguendo da tre anni – ha dichiarato Ana Brzan – e finalmente ce l’abbiamo fatta. Non per sminuire il nostro successo, ma abbiamo avuto la fortuna di non imbatterci in coppie blasonate. Nonostante ciò, nella sfida inaugurale ci siamo trovati sotto di due set opposti al duo Selmi/Caramagna, forse perché ancora sotto gli effetti delle confortevoli braccia di Morfeo. Nel singolare non ho perso neppure un set, ma eravamo in quattro. Sono sempre due titoli italiani, per carità, ma per niente combattuti”.

TROFEO CONI: FINALI REGIONALI A LANUSEI

In occasione della nota Fiera delle Ciliegie, giunta alla sua 35^ edizione, la Fitet Sardegna ha affidato alla Polisportiva Sporting di Lanusei il compito di organizzare la fase regionale del Trofeo Coni, riservato ai nati entro il quadriennio 2004/2008. Il programma prevede due gare: il singolare maschile e quello femminile. I primi due atleti di ognuna delle competizioni faranno parte della rappresentativa sarda che disputerà la fase decisiva a Rimini dal 20 al 23 settembre 2018.

Si gioca al Palaxius sabato 23 giugno 2018 con inizio alle 16:30.

FINE STAGIONE A ORISTANO E SASSARI CON OPEN E TORNEI PROVINCIALI

Questo sarà davvero l’ultimo week end agonistico della stagione 2017 – 18. Sabato 23 giugno 2018 il TT Oristano e il Tennistavolo Sassari organizzano due distinti tornei provinciali.

Nella città di Eleonora, presso gli impianti Torangius di Piazza Baden Powell, si comincia alle 15.00 con il singolo Assoluto maschile e femminile. Di seguito il doppio assoluto maschile e femminile.

A Sassari il programma prevede solo il singolo maschile e femminile che prenderà il via alle 15 presso la palestra delle scuole medie n. 2 sita nel Corso Cossiga.

L’indomani di nuovo fari puntati verso la palestra Torangius con il torneo Open Città di Oristano, misto over 2000 m – 50 f. Si parte alle 10:00

Altre notizie relative

Tennistavolo, pari pesante per la Marcozzi I risultati dei campionati nazionali e regionali
Sarde fuori dalla ETTU Cup Il punto sui campionati nazionali e regionali
Sarde sconfitte in ETTU Cup Le ultime dal mondo del tennistavolo isolano

...e tu cosa ne pensi?

300