Marko Pajac in allenamento ad Aritzo nel 2017 (foto: Gianluca Zuddas)

Marko Pajac in allenamento ad Aritzo nel 2017 (foto: Gianluca Zuddas)

Sono tre finora i colpi messi a segno dal Cagliari durante questa sessione di calciomercato estivo, partita con un piccolo botto dovuto all’arrivo a sorpresa di Darijo Srna. Calciatore dall’esperienza internazionale e colpo a effetto del presidente Giulini, il quale ci ha oramai abituati a questo genere di acquisti ogni anno. Al croato sono seguiti l’ingaggio meno rumoroso di Simone Aresti dall’Olbia, oltre alla chiusura dell’infinita telenovela legata a Lucas Castro che ritrova così Rolando Maran, suo allenatore già durante le esperienze di Catania e Chievo. Si attendono i prossimi ingressi ma anche le cessioni, dato che qualche tassello andrà necessariamente ceduto per sfoltire una rosa che inizia a farsi affollata, in particolare nel suo reparto offensivo. Non bisogna difatti dimenticare il ritorno dai prestiti di alcuni calciatori che avevano solo momentaneamente lasciato l’isola e sono in attesa di trovare una nuova destinazione o di essere valutati durante il ritiro per capire se possano essere utili alla causa rossoblù.



Questa la lista dei rientri al club di via Mameli: oltre Serra, Montaperto e Briukhov che si sono svincolati, ci sono Idrissi, Cotali, Manca, Biancu, Capuano, Pennington, Colombatto, Melchiorri, Murgia, Pajac, Pinna, Capello. Tanti i nomi provenienti dall’Olbia: alcuni di questi potrebbero vedersi nuovamente prestati al club gallurese che continuerebbe così nel suo lavoro di valorizzazione dei giovani oltre a proseguire con la forte sinergia con la società cagliaritana. Nello specifico, Idrissi, Cotali, Manca, Biancu, Pennington, Murgia e Pinna sono i sette profili che nello scorso campionato hanno vestito la maglia bianca. Biancu è promesso sposo all’Olbia anche per il 18/19, chiamato a fare un ulteriore step di crescita. Stesso dicasi per Pennington, chiamato a confermare la buona stagione dell’esordio. Si sta lavorando per provare a tenere Pinna e Cotali in Gallura, pur essendoci per loro qualche richiesta dalla Serie B. Un altro anno a Olbia sarebbe l’ideale per diventare due guide all’interno della squadra, in quella che potrebbe essere la conclusione di un ciclo di maturazione quadriennale. Manca difficilmente verrà contrattualizzato dal Cagliari, dunque da verificare la sua situazione, così come quella del portiere Idrissi. Per Murgia invece verrà probabilmente cercata una nuova destinazione (contratto in scadenza).



Federico Melchiorri e Marco Capuano sono stati fra gli artefici della promozione del Cagliari nel 2015-2016 sotto la guida di Massimo Rastelli. Sembra arrivata al termine la loro avventura cagliaritana: l’attaccante marchigiano ha disputato una buona seconda parte di stagione in prestito al Carpi. I biancorossi non anno esercitato il diritto di riscatto e qualche società di Serie B sembrerebbe interessata ad acquisirne il cartellino. Fra la società isolana e il giaguaro sembrerebbe essersi rotto qualcosa durante il recupero dal secondo infortunio al ginocchio che non ha mai visto Melchiorri rientrare con costanza nei piani del Cagliari, senza riuscire così a trovare continuità. Per ciò che concerne il difensore abruzzese, invece, dopo una prima parte di campionato con più bassi che alti, a gennaio si è profilata per lui la possibilità di un prestito al Crotone, poi concretizzatasi. Capuano è stato fra i titolari della difesa allenata da Walter Zenga. I calabresi non si sono però salvati ed è così saltata la possibilità di riscatto automatico legata alla salvezza degli squali. Anche per lui, radio mercato parla di alcuni sondaggi da parte di alcune squadre di Serie A e B. Il Cagliari pare non ritenere più entrambi parte dei loro piani ed ecco che da questi due calciatori potrebbero arrivare delle liquidità da reinvestire immediatamente nel mercato in entrata. Stesso discorso vale per Alessandro Capello, il quale verrà probabilmente ceduto, stavolta a titolo definitivo.



Infine, capitolo a parte meritano Marko Pajac e Santiago Colombatto. Entrambi reduci da una buona stagione in Serie B al Perugia, dove la squadra prima di Breda e poi di Nesta ha centrato i playoff, uscendo in semifinale per mano del Venezia. Per quel che riguarda il croato, ha di recente rinnovato il suo contratto coi sardi fino al 2021. Il suo futuro sembrava comunque un’incognita, con questo prolungamento che poteva profilare una cessione, come tante volte accade. E invece no: la società isolana ha deciso di puntare sul classe 1993 e sarà lui uno dei due candidati a presidiare la fascia sinistra rossoblù insieme a Charalampos Lykogiannis, terzino greco arrivato a gennaio dallo Sturm Graz. Dunque, con Faragò e Srna a destra, la questione terzini sembrerebbe chiusa e archiviata. Anche Colombatto potrebbe rimanere in terra sarda per giocarsi un posto in prima squadra: il volante argentino aveva già destato ottime impressioni in Serie B, quando Rastelli fu costretto a schierarlo a causa dell’indisponibilità dei registi titolari. Vista la quasi certa partenza di Luca Cigarini, il centrocampista sudamericano potrà giocarsi le sue chance durante il ritiro, provando a convincere Rolando Maran di poter contare su di lui lungo l’arco della stagione, puntando almeno a un posto da comprimario nelle gerarchie rossoblù.

Mattia Marzeddu

Altre notizie relative

Gigi Riva secondo Giorgio Porrà INTERVISTA ESCLUSIVA | Quattro chiacchiere con Giorgio Porrà: Riva, il Cagliari, Cagliari e la sardità
Folle partita! Olbia batte 4-3 la Carrarese Il racconto in diretta e il tabellino della sfida di Pontedera tra gialloblù e bianchi
Pa(pà)voletti riacchiappa la Viola: 1-1 Segui la diretta del match fra toscani e sardi

...e tu cosa ne pensi?

300