Giro di Vallonia, Aru si conferma nella Top10


Fabio Aru

Fabio Aru

Quarta e penultima tappa al Giro di Vallonia con la Malmedy-Herstal di 161 km che ha presentato 4 côte negli ultimi 30 km che hanno animato la corsa. Altra prova propositiva di Fabio Aru che ha tentato di fuoriuscire nel finale ed è rimasto sempre nel gruppo dei migliori nonostante i ritmi infernali.



La fuga iniziale di sei corridori è stata rimpolpata da quattro contrattaccanti quando mancavano 35 km dal traguardo: sulla cote de Vivignies Cavagna e Cleppe che si sono uniti agli inseguitori, con il sardo e il leader della corsa Tim Wellens alternavano le proprie squadre a tirare nel gruppo primcipale.  L’azione termina sulla Côte de la Abbaye, la più dura di giornata, dove sono rimasti i migliori davanti: il ritmo diventa incandescente nella penultima côte dove il villacidrese riesce a rimanere attaccato a Wellens e agli altri big. Kreder e il vincitore della terza tappa Eiking si avvantaggiano nel finale, il Cavaliere dei Quattro Mori prova il contropiede ma viene risucchiato dal plotone che ha soffocato anche il tentativo dell’olandese e del norvegese. La frazione si è decisa con una volata ristretta vinta dal belga Quentin Hermans (Telenet-Fidea) su Manzin (Vital Concept) e Cardis (Direct Energie). Il capitano della UAE Emirates arriva nel gruppo principale e conferma la sua Top10: ora si trova in nona posizione a 13″ da Hermans che con ci 10″ di abbuono ha scavalcato Wellens in classifica generale. Mercoledì 1° agosto l’ultima tappa con la Huy-Waremme di 187 km con 3 Côte di prima categoria lontane dal traguardo.

...e tu cosa ne pensi?

300
error: Funzionalità disabilitata