Giovanni Achenza

Giovanni Achenza

Hanno preso il via con le prove a cronometro i Campionati del Mondo di paraciclismo di Maniago in Friuli Venezia Giulia. C’è un po’ di amarezza per Nanni Achenza che ha colto “soltanto” la nona posizione assoluta nella categoria H4 col tempo di 22’19″75,  a soli 1’15” dal terzo gradino del podio: un distacco minimo considerato l’inconveniente occorso al paratleta.



La prova del 47enne originiario di Oschiri è stata infatti condizionata da un testacoda dovuto all’asfalto bagnato: “Quando sono partito dalla pedana è venuta giù acqua a secchiate – dichiara il portacolori delle Fiamme Azzurre- ma nonostante tutto stavo andando bene. Ero in linea con i tempi che mi avrebbero potuto regalare il podio, ma in una rotonda, a causa del fondo viscido mi sono girato terminando a bordo strada. L’ammiraglia col commissario tecnico e lo staff mi hanno rimesso prontamente a posto (solo qualche escoriazione per lui ndr), sistemato il mezzo e sono potuto ripartire, ma ormai il tempo era compromesso. C’è tanta amarezza”. Achenza grida già vendetta per la prova in linea di 68 km di sabato 4 agosto: “Speriamo di fare bene, anche se gareggerò con autentici mostri sacri della specialità: l’obiettivo sarà quello di tenere testa ai migliori, poi vedremo cosa succederà”.

Matteo Porcu

Altre notizie relative

Triathlon, Curridori e Zanardi show al Forte Village Vittorie per il belga Heemeryck e la svizzera Thoens
Niente impresa iridata per Achenza Il portacolori delle Fiamme Azzurre è 16mo a Maniago
Paratriathlon, Achenza è bronzo europeo L'oschirese torna dall'Estonia con una medaglia

...e tu cosa ne pensi?

300