07-06-2018, Cagliari, Sardegna Arena, Calcio, Serie A 2018-19, Conferenza stampa presentazione Mister Rolando Maran. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache. Nella foto: Rolando Maran

07-06-2018, Cagliari, Sardegna Arena, Calcio, Serie A 2018-19, Conferenza stampa presentazione Mister Rolando Maran. Foto Gianluca Zuddas/Agenzia Fotocronache. Nella foto: Rolando Maran

Serata densa di contenuti quella che ha visto affrontarsi, alla Sardegna Arena, Cagliari e Atletico Madrid. Dall’addio al calcio di Andrea Cossu fino al prestigio dell’avversario odierno, passando per il debutto di Maran in quello che sarà il suo nuovo stadio.

Al termine dell’amichevole coi colchoneros, il tecnico trentino ha snocciolato i temi principali del match, mostrando una buona dose di ottimismo: “Questa sera abbiamo fatto registrare un bel passo avanti, sia per quanto riguarda la manovra che per la compattezza. Abbiamo condotto il gioco per alcuni tratti di gara, riuscendo anche a creare diverse occasioni. Non abbiamo mai cambiato atteggiamento, mantenendo sempre la nostra identità in entrambi i tempi. Questo è il risultato quando i ragazzi investono su loro stessi”. 

Inevitabilmente ci sono ancora meccanismi da oliare: “Avevo chiesto ai ragazzi di non giocare passivamente e mi hanno soddisfatto, adesso dobbiamo migliorare soprattutto nelle verticalizzazioni. Spero di essere ancora lontano dal mio Cagliari ideale, vorrebbe dire che ci sono ancora tanti margini di miglioramento”.



Cosa è successo a Barella? “Ha preso una botta all’orecchio –  spiega Maran – e perciò aveva problemi di equilibrio”.

Si aspetta qualche innesto in questi ultimi giorni di mercato? “I ragazzi mi stanno dande grande disponibilità, ed è la cosa che più conta. Per migliorare ulteriormente, adesso, dobbiamo investire sul lavoro. Poi nove giorni sono molto lunghi, può succedere tutto o anche niente. Sau? Sa di avere la stima, non si deve guadagnare niente. Anzi, dopo averci lavorato in queste settimane posso dire di stimarlo ancora di più”.

dal nostro inviato Mattia Marzeddu

Altre notizie relative

Ancelotti: “Barella? È da Napoli” Il mister del Napoli commenta così sul centrocampista rossoblù
Giulini: “FIGC? Potevamo convincere Moratti” Il presidente del Cagliari sui problemi del calcio italiano
Quote, il Cagliari non rischia la B Empoli e Frosinone le maggiori indiziate, sardi di Maran (e Barella) tranquilli

...e tu cosa ne pensi?

300