Filippo Tortu

Filippo Tortu

Archiviata la delusione della gara individuale nei 100 metri, il velocista di origine tempiesi Filippo Tortu sarà ai nastri di partenza con la 4×100 azzurra in cerca di una medaglia: “Sulla carta la Gran Bretagna è imbattibile– dice alla Gazzetta dello Sport- ma non si corre per arrivare secondi. Dopo questa gara staccherò del tutto, non si può pretendere troppo da se stessi e dal proprio fisico. Riposo, stacco e riparto alla grande”. 



Il detentore italiano del record della gara regina dell’atletica leggera torna sulla sua prestazione di martedì 7 agosto: “Ero tanto arrabbiato, ma ora sono tranquillo: non ho molto da rimproverarmi, semplicemente in quattro sono stati più forti di me. L’unico sbaglio è stato rialzarsi leggermente quando ho visto scappare via quelli del podio, si dovrebbe dare tutto fino all’ultimo metro soprattutto quando indossi la maglia azzurra. Mi è dispiaciuto non regalare i fiori del podio a mia mamma e a mia nonna. Sono soddisfatto di come con papà abbiamo gestito la stagione, la scelta di non gareggiare più dopo Madrid (dove aveva ottenuto il record italiano ndr) è stata la più giusta: mi è servito per ricaricare le pile e arrivare qui al massimo della condizione”. 

Altre notizie relative

Tortu: “Io, sardo al 60%” Il velocista svela i suoi progetti per il 2019
Tortu: “Se perdo con CR7 smetto” Il velocista sardo-brianzolo allo Stadium: Ecco i miei programmi
▶ Tortu: “Sardo per convenienza? Macché!” Il recordman dei 100 metri italiano parla ai nostri microfoni

...e tu cosa ne pensi?

300