Davide Moi

Davide Moi

Solida e quadrata. L’Arzachena che conquista il passaggio del turno di Coppa Italia ha in copertina il viso di Davide Moi, arrivato di recente e già elemento fondamentale nello scacchiere smeraldino.

TUTTE LE NEWS SULL’ARZACHENA LE TROVI QUI!

Nei primi 180 minuti stagionali l’esperto difensore cagliaritano, classe ’85 e oltre 260 presenze tra i professionisti, ha messo in mostra le sue qualità: attenzione, abilità d’intervento, freddezza e si è anche tolto lo sfizio di entrare nel tabellino dei marcatori, sbloccando la sfida del “Pirina” con un’incornata su calcio d’angolo.



È indubbio che la presenza di Moi al centro della difesa rappresenti un’iniezione di esperienza e sicurezza per tutto il reparto. E, di conseguenza, aumenti l’equilibrio di una squadra capace di aspettare l’iniziativa avversaria senza andare in affanno, ripartendo in velocità e sfruttando le qualità dei suoi uomini d’attacco.

Il calcio d’agosto, si sa, lascia il tempo che trova, ma la solidità evidenziata fin da queste prime uscite lascia prospettare per i ragazzi di mister Giorico una stagione quantomeno sulla stessa linea di quella trascorsa, dove la salvezza non fu mai seriamente in pericolo. Anche se, è bene ricordarlo, proprio la difesa ballò parecchio, subendo diverse reti e facendo arrabbiare il nocchiero algherese, venendo quindi di fatto rivoluzionata nell’estate 2018. Intanto, ad oggi, la certezza di una terza linea fortificata dal baluardo Moi è quanto mai in via di rinsaldamento. Il modo migliore per approcciarsi ad un’annata dove cercare l’ennesimo exploit.

Claudio Inconis

Altre notizie relative

Giorico: “Firmerei per un pari” Il mister dell'Arzachena presenta così la gara con la Lucchese
Pagelle: Taufer super, Sanna utile I nostri giudizi dopo la sfida tra Arzachena e Juventus U23

...e tu cosa ne pensi?

300