Fabio Aru durante la cronometro

Fabio Aru durante una cronometro

È scattata col cronoprologo di Malaga la 73ª edizione della Vuelta a España. La breve prova contro il tempo è finita nelle mani del favorito Rohann Dennis (BMC) col tempo di 9’39” su Kwiatkowski in 9’45” (migliore tra gli uomini che faranno classifica) e il portoghese Oliveira in 9’54”.Prestazione nella norma per Fabio Aru che ha coperto il percorso quasi totalmente piatto in 10’18” piazzandosi in 59ª piazza.



Rispetto agli uomini di classifica il villacidrese ha perso ben poco contenendo il distacco a 17″ su Kelderman (10’01”), 15″ su Valverde (10’03” ), 11″ su Mollema (10’07”), 10″ su Simon Yates (10’08”), 9″ su Kruijswijk e Quintana (10’09”), 5″ su Majka (10’13”). Tempi perfettamente in linea con quello del sardo, quelli fatti registrare da Vincenzo Nibali e di  Thibaut Pinot che hanno concluso la loro prova in 10’19”.

Domenica 26 agosto il primo arrivo in salita con la Marbella-Caminito del Rey su un GPM di 3ª categoria che potrebbe creare dei piccoli distacchi anche tra coloro che puntano alla vittoria finale della corsa spagnola.

Altre notizie relative

Guangxi: Aru in gruppo, Jakobsen nuovo leader Colpo doppio del velocista olandese
Guangxi: sprint Ackermann, Aru in gruppo Il villacidrese ha tagliato il traguardo con lo stesso tempo del vincitore
Aru: “In questo 2018 mi è mancato qualcosa” Le parole del sardo prima del Tour of Guangxi

...e tu cosa ne pensi?

300