Alessio Cragno festeggia con Romagna dopo il colpo di Bergamo (Foto Paolo Magni/Agenzia Fotocronache.it)

Alessio Cragno festeggia con Romagna dopo il colpo di Bergamo (Foto Paolo Magni/Agenzia Fotocronache.it)

Parlano i giovani azzurri del Cagliari, nell’esaltante dopo-partita di Bergamo. Filippo Romagna, quindi Nicolò Barella e Alessio Cragno. Il portiere fiorentino festeggia la prima chiamata nella Nazionale maggiore, andrà nella sua terra (Coverciano è quartier generale dell’Italia) assieme a Barella, match-winner (grazie a Pasalic) in casa dell’Atalanta.

I due hanno appreso della convocazione di Mancini sabato, mentre raggiungevano la terra orobica. Festa per tutti, cesellata dall’ottima prova di tutto il Cagliari all’Atleti Azzurri d’Italia. “Contava la prestazione – dice il portiere, decisivo in avvio di gara -. Abbiamo dimostrato di essere squadra vera, su uno dei campi più difficili. Bravi noi a resistere sino alla fine, abbiamo dato il massimo. La convocazione è del tutto inattesa – afferma -, sono felice. Cagliari è la mia dimensione, spero di continuare così. Non penso ai giudizi e al fatto se possa essere uno dei migliori portieri italiani”. Intanto Roberto Mancini si è lamentato sullo scarso utilizzo di italiani in Serie A e su Cragno dice così: “E’ un portiere interessante e che soprattutto gioca con continuità. Ha l’età giusta per giocare in Serie A”, ha affermato nella conferenza stampa di inizio ritiro a Coverciano.



Altre notizie relative

Lotta agli infortuni: la nuova sfida di Maran Col Napoli tante defezioni per infortuni e squalifiche
Giulini: “Barella via subito? No! Fiducia sullo stadio” Il patron rossoblù a 360° sull'universo Cagliari
Il Chelsea piomba su Barella Il Chelsea di Maurizio Sarri e Gianfranco Zola sarebbe disposto a mettere sul piatto 45 milioni di euro

...e tu cosa ne pensi?

300