Massimo Rastelli

Massimo Rastelli

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, l’ex allenatore del Cagliari, Massimo Rastelli, ha commentato così la convocazione di Barella in nazionale maggiore: “Nicolò sta meritando tutto quello che sta arrivando. È un ragazzo con talento e qualità, sotto tutti i punti di vista. Già da quando ho lavorato con lui si vedeva che poteva arrivare lontano”.

CLICCA QUI – per le parole di Barella dopo Atalanta-Cagliari



Il tecnico campano ha fornito la sua opinione sulle prime giornate di campionato: “La Juventus è davanti a tutti, non da oggi e non da ieri. Ma siamo all’inizio e tutto può succedere. Nainggolan all’Inter è un valore aggiunto, i nerazzurri non sono partiti a spron battuto ma possono accelerare in fretta. La Roma? Io credo che quando si cambia tanto, soprattutto dopo una grande annata, c’è bisogno di tempo. Conosco bene Eusebio (Di Francesco, ndr), tirerà fuori il massimo dalla rosa, è ancora a caccia dell’assetto migliore. Il Napoli? Tra Sarri e Ancelotti ci sono differenze, è evidente. Ora manca un po’ di equilibrio, hanno un grande allenatore e grandi giocatori, a Genova non è riuscito quello che era arrivato nelle prime due giornate. Merito di una grande Sampdoria”.

Sulla classe media del campionato. “La Fiorentina è una bella squadra, giovane e si vedrà se riuscirà ad avere continuità. Il Milan mi è piaciuto anche a Napoli per un’ora e può stare nei primi quattro posti. Torino e Sampdoria si sono rinforzate bene e può allargarsi il lotto che vuole occupare le posizioni nobili”.



Altre notizie relative

Barella: “Zola un mito, Conti un esempio” Il centrocampista del Cagliari si racconta
Carli: “Barella rimane, presto per il mercato” Il DS del Cagliari parla prima della gara di Coppa Italia
Cagliari tra antichi mali e alternative L'EDITORIALE| Cos'ha detto la sfida col Frosinone?

...e tu cosa ne pensi?

300